sabato 26 maggio 2007

RIECCOCI e con il n.52!




Sì, perdono! Postiamo poco e usciamo in ritardo.
Siamo pochi e sepolti dal lavoro, che non è solo Scuola di Fumetto... colpa nostra!
Per ripagarvarvi di tanta attesa vi promettiamo chicche interessanti su questao blog, materiali inediti e poco noti ecc ecc...

Intanto vi annunciamo gli argomenti del n. 52 che uscirà tra na settimana circa.

Per cominciare una corposa intervista a Miguel Angel Martin, l'autore della censurata , vari anni fa, Psycopatia sexualis, e dell'oggi premiato con il premio XL Brian the Brain, accompagnata da nuove immagini inedite.

Il resto del giornale verterà soprattutto sulle pubblicazioni per ragazzi: un argomento che non si esaurisce, ma che capita per una serie di coincidenze. L'uscita della nuova serie Angel Friends, della Play Press, un'intervista a Giorgio Pezzin, già sceneggiatore Disney e compagno di avventure di Cavazzano, ora alle prese con una nuova serie e un piccolo articolo che rende giustizia a Prezzemolo.

Mentre altre cose si muovono nell'editoria con l'approssimarsi del centenario del Corriere dei Piccoli, ci chiediamo che cosa è successo e cosa sta succedendo in questi ultimi anni al fumetto per ragazzi... o dovreemmo dire per ragazze? Pare che siano loro le referenti per i nuovi autori, mentre i maschietti continuano a seguire Dragon Ball e qualche supereroe. Che succederà a lettori separati in culla? Staimo crescendo una nuova genearazione di lettori di fumetti? Che cosa manca in questo panorama e cosa è stato conquistato in questi anni, da Witch a Winx?

Non troverete risposte nel n.52, ma lanciamo la questione perché, se da anni si sentiva un vuoto, oggi si sente un movimento, ma non tutto è troppo chiaro.

Cosa leggevate da piccoli? (e che età avete ora?)

È una domanda che poniamo ai freaquentatori del blog... epoi persino M. A. Martin ha pubblicato un fumetto per bambini, in Spagna, in bianco e nero e per niente diverso da Brian, all'apparenza, ve lo faremo scoprire domani.


Ci stupisce (ma forse è colpa della nostra poca vivacità on-line di questo periodo) che nessuno abbia commentato il bel discorso di g. che non è rivolto solo a Torino Comics, ma che mette il dito su tanta poca cura per quello che è possibile comunicare fuori dal nostro giro ristretto!

Un saluto a Silvio, che credo sia l'uomo che non aveva mai freddo! :)

Un grazie anche ad Alberto, che ci segue anche sul blog (per adulti) di Blue, sempre con molta acutezza...

alle prossime volte con maggior frequenza e con altre risposte!

Pubblichiamo di M. A. Martin dei personaggi per llustrazioni, a colori e due lay-out per la storia che sta disegnando: una storia d'amore e sentimenti!

10 commenti:

federico ha detto...

Aaah, eccolo qui l'aggiornamento.
Grazie.
Hai dato la tua parola circa la maggior frequenza degli aggiornamenti, sarà la volta buona? ;-)
saluti & complimenti

p.s. le mie letture d'infanzia erano: Topolino-Classici e Almanacchi Disney, Corriere dei piccoli, Giornalino, Snoopy....

i redattori ha detto...

promesso! saremo più presenti, parola di fumetto!

laura ;)

Albo ha detto...

beh anche se non riuscirete ad essere sempre presenti noi lettori affezionati non ci dimentichiamo di dare un'occhiata ogni tanto!

Per quanto mi riguarda, le mie letture d'infanzia erano tutto il materiale trovato a casa tra centinaia di topolini dal 1000 in su, poi i classici, fin dal primo con l'inferno di topolino, gli albi con le storie degli anni 30 del topo, poi anche qualche oscar mondadori sui peanuts.. ogni tanto il giornalino, poi comix finchè è uscito e poi basta perchè nel frattempo non ero più un infante :)

andrea leggeri ha detto...

C'è bisogno che ti dica cosa leggevo da piccolo? Ok, Topolino come tutti, ma poi... Braccio Di Ferro, Geppo, Soldino, Tiramolla e compagnia!!! Tutti i piccoli-grandi classici del fumetto umoristico italiano, che oggi sono in pochi a ricordare... e poi i "manga apocrifi" delle riviste delle Edizioni Tv, come Cartoni in Tv e La Banda Tv Ragazzi, il Goldrake delle Ed. Flash e mille altri!!! Poi qualche supereroe e, abbastanza presto Alan Ford, prima svolta "seria" da cui poi è venuto tutto il resto.

i redattori ha detto...

grazie delel vostre risposte... ma vuol dire che già da molti anni l'infanzia leggeva quasi esclusivamente topolino! Io (più vecchia di voi lettori che avete risposto) leggevo anche topolino, tutto, e poi i vari soldino, geppo, michelino eccetera, ma il mio mondo era il corriere dei piccoli, c'erano di gennaro, gioia, iris de paoli e, sopra a tutti pratt e nidasio, e c'erano, ma ancora non lo capivo bene battaglia e breccia e poi tutto il fumetto francese, da hermann ai puffu e a molti altri. Ecco, con tutto il rispetto per i grandi nomi, amavo anche delle vere ciofeche, ma la cosa più bella, lì dentro, era la varietà che rendeva affascinante anche tunga! Grazie delle vostre testimonianze

laura

_Antonio_ ha detto...

Quasi non aggiungo niente. Ho 32 anni e da piccolo leggevo Topolino, assiduamente, qualche volta il Giornalino, e UDITE UDITE ho ritrovato in soffitta tutti i numeri del "Grande Mazinga" (saranno stati fine anni 70... ).
Questo a elementari e medie, alle superiori ho scoperto Dylan Dog, Linus (di cui adoravo i Peanuts, -a scuola sempre e solo il diario di Linus- e Bloom County), poi Nathan Never e infine Comic Art e l'ETERNAUTA. Mi piaceva disegnare e in questi ultimi cercavo di copiare alcuni autori, Wrightson, ad esempio. Poi da Comic Art si arriva a DC comics presenta, con il Deadman di Neal Adams, che mi ha avvicinato a Batman e a Marvel Presenta, con le splendide storie di Ghost di Texeira, che sono state il trampolino di lancio per avvicinarmi alla Marvel.
Ah, da grande ho letto anche... Cybersix, Bone, Nick Carter,... ma stiamo andando OT, credo.

Anonimo ha detto...

Io sono della classe 1974 e da piccolo leggevo le storie di Mazinga, Spider-man, Candy Candy (e tutti i manga inclusi in quel delizioso giornalino e il Corriere dei Piccoli (quando anche esso incominciò a dare alle stampe manga come Lady Love, Hello spank, ecc.)

Mirko

Eleonora ha detto...

Ciao!Io sono del 1987...ho iniziato leggendo TOPOLINO e POOCHIE:ho imparato a leggere grazie alla cagnolina dalle orecchie rosa...poi c'era TIRAMOLLA e PREZZEMOLO!Per un pò sono andata avanti (e lo faccio tutt'ora) con la Disney e molti dei suoi bravi autori:Mastantuono,Cavazzano,Ziche,Freccero...ad un tratto,è arrivato lui...HUGO PRATT e il suo bel CORTOMALTESE e tutti gli altri personaggi che popolano il mondo di Hugo..iniziando la scuola del fumetto (sezione umoristico),ho scoperto l'esistenza di autori francesi e non solo...ZEP&TEBO,PLESSIX,WENDLING,KUNKEL ecc ecc
ah...intanto,ho iniziato ad approfondire MANARA,PAZIENZA,MATTOTTI,GIPI...insomma..tanti bravi autori!Ma il mio preferito in assoluto,rimane HUGO PRATT:ormai ho moltissimi libri e fumetti su di lui..ho trovato addirittura il rarissimo libro "LE PULCI PENETRANTI"...

Sinensis ha detto...

Io da piccola leggevo Topolino mentre odiavo La pimpa e il Corriere dei Piccoli. Quando son cresciuta ho iniziato a leggere Dylan Dog che ancora oggi resta il mio fumetto preferito, nonostante sia molto cambiato...

ele ha detto...

salve ho 16 anni frequento la classe 4 in un liceo scientifico e ho da sempre 1 passione per il disegno(non solo fumetti,ma qualsiasi tecnica a mano libera...perchè ho tanta fantasia!)Vorrei chiedervi 1 consiglio per l'università,non so dove iscrivermi e non vorrei la laurea in architettura solamente poichè il disegno tecnico non è il mio forte nè mi appassiona progettare edifici...sapreste darmi un'idea?Ve ne sarei davvero grata e riconoscente a vita!!!!!perchè omrai una laurea per il lavoro ci vuole sempre..ma non so se in questo campo potrà rivelarsi vana o meno...grazie...
e complimenti per quello che fate..