venerdì 12 ottobre 2007

SOLANO LOPEZ E L'ETERNAUTA


Per ora solo ancora un po' di informazioni su una mostra e un ospite davvero prezioso, domani parleremo di altre chicche e dei nostrii fumetti in programmmazione.
A Poggibonsi, ma poi saraà presente anche a Lucca nei giorni successivi:
Solano Lopez

Dal 25 al 27 ottobre Napoli COMICON cura uno dei weekend in cui si articola il festival Fenice 2007, al Teatro Politeama di Poggibonsi (Siena).
L’evento, dal nome “Milonga Eternauta - Argentina ieri e oggi” si occuperà della cultura argentina spaziando tra tango, cinema, fotografia, teatro, incontri e, naturalmente, fumetti. L’occasione è la mostra e la presenza in Italia, in collaborazione con 001
Edizioni, di un maestro delle “historietas” sudamericane, Francisco Solano López, tra le tante opere, disegnatore dello storico “L’Eternauta”, scritto da H.G.Oesterheld (ma anche autore di fumetti erotici pubblicati dalal Coniglio in volumi e su X-Comics).

Solano López inaugurerà la sua mostra venerdì 26 ottobre alle ore 20.30 ed incontrerà il pubblico il giorno dopo dalle 14,30, ed a seguire una seduta di autografi. La mostra “Il sogno dell’Eternauta” resterà aperta fino al 5 novembre; in mostra tavole originali di tutta la carriera di Solano López, da Slot Barr a Evaristo, passando ovviamente per lo storico Eternata.
In particolare, nella ricca antologia di originali ci saranno anche le rarissime tavole originali dell'Eternauta vecchia serie, grazie a
SegnieDisegni.net (Alligo)

Ricordiamo che L'Eternauta è stato pubblicato per la prima volta in Argentina tra il 1957 ed il 1959 sul periodico Hora Cero Semanal. In Italia è stato pubblicato nel 1977 sul settimanale Lanciostory. Sempre nell’aprile dello stesso anno il suo autore Oesterheld scompare con 4 sue figlie, ingrossando così il numero dei tristemente famosi “desaparecidos”, vittime della dittatura militare.

11 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Laura, sono Gerardo Ceglia da Angri, volevo segnalarti un bel sito di fumettisti e non si chiama Tratteggi.com, all'interno del sito ci sono anche io con il nick : peterparker70 e un altro mio amico bravissimo disegnatore te lo raccomando con il nick : Akira, se ti va dai un'occhiata, mi farebbe tantissimo piacere, noi fumettisti siamo speciali, l'ho sempre pensato, abbiamo un cuore d'oro, ciao a presto il tuo Gerry

E.Ntt ha detto...

ehm..so che non è il modo migliore per presentarmi...però..bè se avete voglia di dare un occhiata.. www.fumettaroinerba.blogspot.com..un salutone

Anonimo ha detto...

Ciao. Come si fa ad avere una risposta da voi via mail?
Io non ci sono riuscita.
Grazie. Anita

Anonimo ha detto...

Ciao , sono Gerardo da Angri, volevo sapere dove usciranno i volumi dedicati a Claudio Villa e Angelo Stano, in edicola o in libreria (fumetteria)? Grazie....

Anonimo ha detto...

sicuramente in libreria!!!
Non credo che sia prevista una distribuzione per le fumetterie

Anonimo ha detto...

... ehm edicole scusa!!!

Claudio ha detto...

Ma quando esce il numero di ottobre?

Paolo Motta ha detto...

Io qui compaio e riappaio, purtroppo ho problemi con il mio account. Nel frattempo posso vantarmi di essermi perso Lucca...:-(

Anonimo ha detto...

Anch'io vorrei sapere quando esce il numero di ottobre. Certo che voi fate al contrario di tutte le altre riviste che escono come minimo 10 giorni prima!!
.... Non mi avete ancora fatto sapere come si fa ad avere da voi una risposta via e-mail.
Anita

Anonimo ha detto...

Io l'ho comprato a Lucca! C'è una bella intervista a Loustal e l'anteprima delle due serie nuove della Star!!! Più tutto il resto naturalmente

Anonimo ha detto...

Ci sono stati casi legati ad alcuni numeri della Bonelli (il mitico numero 1 di Dylan Dog ad esempio che si trovava a prezzi stratosferici e venne "ristampato" pirata... ma si vedeva che il tipo di carta e stampa erano diversi dai normali numeri Bonelli).
Anche perchè per falsificare un albo bisogna comunque usare lo stesso tipo di carta per copertina e interni e la cosa è molto difficile.
Per gli albi a colori è ancora più difficile dove l'unico modo per avere le immagini è scansionare il libro (o avere un amico che lavora nella redazione o nella tipografia che ha stampato l'albo in questione), koreani e cinesi sono anni che vendono ovunque copie pirata degli ArtBook giapponesi.
In italia se ne trovano molti, un modo semplice per capire la differenza tra originale e copia non è ne la carta ne il tipo di stampa (anche dei libri a colori) che molte volte sono fedelissimi alla versione originale (e molte volte non si conosce la versione orginale) ma guardare molto attentamente le scritte impresse in copertina o negli interni del libro. Un libro è "costruito" con font vettoriali che non perdono la qualità a seconda della grandezza con cui vengono usate. Un libro pirata è composto di sole immagini e anche il testo viene quindi scansionato. Guardando le scritte molto da vicino si nopta infatti che hanno un effetto pixel dovuto alla risoluzione dell'immagine che non è vettoriale.
Forse è più facile a dirlo che a scriverlo...