giovedì 17 aprile 2008

Evviva! Arriva la Stefi in TV!



Anche Grazia Nidasio si muove... non l’autrice, in realtà, ma il suo personaggio più famoso (che fa il paio con la sorella Valentina, l’amatissima Mela Verde degli anni 70). Stefania Morandini, più nota come la Stefi è passata dalla carta allo schermo. Si tratta, per ora, di 52 episodi di 13 minuti l’uno, già esportati in Francia.
Per vederla basterà accendere la televisione sabato 19 aprile (dopodomani), alle h. 8 e 45 e sintonizzarsi su Rai Tre. E questo per ogni sabato a venire (per 52, almeno...)
«Il mondo di Stefi», la nuova serie animata di Rai Fiction è ispirata al celebre personaggio dell'indimenticato Corriere dei Piccoli - protagonista di acute vignette che tuttora appaiono regolarmente sul Corriere della Sera. Il controllo dell’autrice è arrivato ben oltre la cessione dei diritti fino alla scrittura di soggetti e scalette e al controllo sulle sceneggiature, e vedremo un segno diverso, ma affine a quello che amiamo. Sul prossimo Scuola di Fumetto vi riveleremo i retroscena e le fasi della lavorazione, con un ampio sketch-book.
Dopo Lupo Alberto e Cocco Bill, dopo Corto Maltese e Martin Mystère, passando per la recente trasposizione animata di Rat-Man, Stefi rappresenta l'ultima, in ordine di tempo, dei grandi personaggi del fumetto italiano proposti in questi anni da Rai Fiction per il piccolo schermo.
La serie «Il Mondo di Stefi» narra, con il segno irriverente e scanzonato della Nidasio, le vicende di una bambina di 8 anni in perpetuo conflitto con il mondo dei grandi. La scuola e la famiglia, la città e i sistemi che la governano, costituiscono la base di un'avventura comico-realistica osservata e risolta con grande ironia. Il tema principale è decisamente adulto, ma adatto ai ragazzi: il denaro, il suo valore, i suoi limiti, la mitizzazione che se ne fa sempre di più.
La serie, prodotta in HD e il cui numero zero ha vinto il Pulcinella Award come miglior pilota, è in Concorso al festival Cartoons on the Bay 2008 nella categoria Miglior serie tv per ragazzi.
Auguri Stefi!

6 commenti:

ginnaig ha detto...

da vedè
..

ginnaig ha detto...

Visto!
Bello l'effetto a matita dei capelli della Stefi;
la colorazione a computer mi lascia un pò incerto..
Secondo te,Laura,oggi bisogna usare solo i computer x colorare(sia carta o video)o si possono usare ancora tecniche classiche "fatte a mano"?
o entrambe..

Anonimo ha detto...

caro ginnaig, già molto è stato fatto, direi, nel mantenere il segno a matita nel tratto, non solo nei capelli della Stefi. Colorazione a mano per una serie direi impossibile... se qualcuno sa essere più preciso è un discorso interessante, ma l'animazione, tradizionale o 3D dipende prevalentemente dal computer. Anche la colorazione dei fumetti è quasi totalmente computerizzata. Personalmente a me non dispiace, sulla lunga corsa regge bene sia la stampa che la leggibilità. Rispetto a pesantezze forzatamente a mano la preferisco... ma se qualcuno ha un metodo di colorazione diretta efficace e più personale, ma anche sintetico (non la colorazione piena di ogni parte ecc.) allora l'effetto può essere molto forte e unitario. L'importante sono i risultati, più che il mezzo impiegato. Il computer è solo a rischio di appiattimento, ma saran state più piatte e spesso brutte le temperette di tanti vecchi fumetti, o no?
Nell'animazione poi il discorso è davevro diverso.

Laura

Anonimo ha detto...

fantastica La Stefy..!era la mia preferita nel Corriere dei Piccoli.
Anche a me la colorazione al computer non ha fatto impazzire, ma il tratto è proprio bello e poi trovo che sia molto positivo che abbiano fatto una serie tv con un personaggio così diverso da quello che si vede di solito per il pubblico di quella fascia d' età.
Mirka

ginnaig ha detto...


non sapevo che anche Joann Sfar ha realizzato una trasposizione animata de "Le petit vampire", (vistosoloiltrailer):

http://video.google.com/videoplay?docid=-4064279895519337441&q=petit+vampire&ei=IZ0MSNWFFIKW2QKi0-iwBA

Davide Barzi! ha detto...

Applausi e lacrime per la Morandini!