martedì 2 settembre 2008

SI RIPARTE!




2 settembre e il nostro blog riapre, con la voglia di fare di più.
D’altra parte, per i lettori maggiorenni e interessati all’erotismo e al fumetto, si è aperto anche il blog di Blue, storica rivista di, appunto, fumetti ed erotismo: blueblog.it
Ma torniamo a Scuola di Fumetto. Il percorso di questi due ultimi anni è stato difficoltoso per l’irregolarità delle uscite. Il blog ha avuto i suoi singhiozzi, ma siccome lo troviamo sempre più importante sarà con altra cura e maggior precisione. Altrettanto dicasi per la rivista (il cui numero di settembre uscirà verso il 15 del mese).

Per ricominciare niente di meglio che spedirvi, se siete in zona, a vedere una mostra ancora aperta fino a domenica 7: si inaugura Farnesiade 4, la manifestazione di Ortona (Chieti) organizzata dal Museo Civico di Arte Contemporanea Palazzo Farnese in collaborazione con il Comune di Ortona e l'agenzia Tomatofarm: un percorso tra i sentieri della produzione artistica di due maestri del fumetto e dell'illustrazione: presso la Sala Eden sono in mostra Ivo Milazzo e Paolo D'Altan. Orari: 19.00 – 23.00 Ingresso gratuito. Per saperne di più: farnesiade.it
Paolo D’Altan è uno dei maggiori illustratori contemporanei per l’editoria e la pubblicità, speriamo di ospitarlo presto nel nostro spazio illustratori, sulla rivista.
Di Ivo Milazzo sembra superfluo dire qualcosa. Il creatore grafico di Ken Parker e disegnatore di tanti fumetti della scuderia Bonelli e non.
Ne abbiamo pubblicato lo sketch-book sul lontano n.9. Da lì traiamo questa rarità: due tavole di Magico Vento, a matita e relativa inchiostrazione. Rarità perché Ivo Milazzo è ormai da tempo disegnatore immediato e veloce, che imposta rapidamente la matita e subito la inchiostra, ricreando direttamente con china il disegno. Le sue matite durano sulla tavola pochissimo tempo, forse minuti, poi scompaiono sotto il nero della china. Milazzo ci promise allora di fotocopiarne un paio prima di inchiostrarle, ma ci raccontò che aveva più volte rimandato, perché, come sua abitudine, inchiostrava immediatamente i segni a lapis e si ricordava della promessa quando la tavola era già finita a metà. Solo con un certo sforzo si riuscì a bloccare e, presi i fogli, a scendere alla copisteria sotto lo studio.
Un piccolo aneddoto che racconta non solo della tecnica veloce dell’autore, ma anche di quanto, preso dal lavoro, un disegnatore possa scordarsi di tutto il resto per completare la sua tavola, il suo racconto.
Aggiungiamo anche un Tex disegnato da Ivo, come augurio di buon compleanno a questo imperituro eroe ormai sessantenne. Ne riparleremo!
(il © di tutte le immagini di questo post è SBE)

3 commenti:

bonaska ha detto...

Questo blog, come la rivista, è per me un grosso punto di riferimento per chi ama i fumetti, la loro tecnica, anche dilettantistica, i personaggi, gli autori, insomma ...il loro mondo. Spero quindi che sarà sempre più arricchito e aggiornato.
Grandi i disegni di Tex, da sempre uno dei miei fumetti preferiti sin dall'infanzia, mi piace molto com'è illustrato da Ivo. Amo anche lo stile di Ticci!
Ci sarà in futuro qualche approfondimento su Jack Kirby? In assoluto il mio preferito!

buon lavoro.

bonaska

i redattori ha detto...

hai ragione! Jack Kirby è un grande... ne abbiamo parlato in una vecchia scheda. Tendenzialmente approfondiamo i viventi, ma chissà...
Per Tex concordo, e trovo che Milazzo l'ha trattato con mano leggera ma in una grande interpretazione! A presto con qualcosa di Ticci, speriamo!
In ogni caso nel numero successivo (non quello in uscita) dedicheremo spazio a Tex!

laura

IsaComics ha detto...

bellissima la tavola di Milazzo a matita e poi inkiostrata...che poi devo dire che le chine mi sembrano fedelissime alle matite originali, un grande artista Ivo!
So che tenere un blog da aggiornare e seguire spesso e occuparsi della rivista non è cosa facile, sicuramente finora avete fatto del vostro meglio, ma lo spirito di "ripartenza" mi piace un sacco!
buon lavoro!
Isa