sabato 19 settembre 2009

Il nuovo numero in edicola!


Ecco la cover del numero 69 di Scuola di Fumetto, in edicola e fumetteria in questi giorni. In primo piano Greystorm, protagonista dell'omonima miniserie Bonelli creata da Antonio Serra e Gianmauro Cozzi che partirà a Ottobre. Sulle nostre pagine schizzi preparatori, studi dei personaggi, storyboard, matite e tavole in anteprima, con materiali inediti realizzati appositamente per Scuola di Fumetto (tra cui l'immagine di copertina)! Ma questo numero 69 offre un sommario pronto a soddisfare tutti i gusti fumettistici! Amate i comics americani? Tuffatevi nella lettura dell'intervista (di smoky man) a J.H. Williams III, straordinario disegnatore di Promethea, Batman e tanti altri supereroi Dc, Marvel e non solo. Siete fan della Disney? Ecco allora un articolo su Paperinik e un'intervista allo sceneggiatore Bruno Sarda (entrambe firmate da Davide G.G. Caci), papà del simpatico Indiana Pipps. Preferite il fumetto autoriale? Per voi l'intervista (ancora di smokuy man) ad Ausonia e l'articolo sul fumetto svedese firmato da Alberto Corradi. Oltre a tutto questo le consuete rubriche, il fumetto dell'esordiente, le schede storiche e didattiche e chi più ne ha più ne metta.
Inoltre l'annuncio dell'imminente rivoluzione di cui sarà oggetto Scuola di Fumetto!!!
Curiosi?
Abbiate pazienza per un po'...

19 commenti:

Debris ha detto...

Numero molto bello - lo ho visto alcune ore fà in edicola non lo ho preso solo perchè andavo di fretta -

Veri complimenti per il dossier su Greystorm ( ma spero che a metà della serie si potrà tornare sul personaggio e magari anche alla fine,ho l'impressione che meriti)..ho visto anche interessanti note di Davide Castellazzi - Il fumetto sulla Luna è un titolo ben interessante,ma sono ben curioso di leggere le note su alcuni autori cinesi che ho visto.
Ribadisco complimenti.

mordente ha detto...

è sempre un piacere leggere scritti (sempre rari) di Alfredo Castelli. Laura, il mio sogno è che prima o poi ritorni a disegnare le Memorie Fumettistiche di Nonno Alfredo, che apparivano su Orient Express e in forma lievemente diversa sull'Eureka gestione Castelli-Silver...
sarebbe bello se potessi coinvolgerlo più spesso...perchè non gli chiedi qualcosa di scritto e disegnato per Scuola di fumetto?

Gianpaolo ha detto...

Ho parlato di Voi qui:

http://lettoridifumetti.splinder.com/post/21350175#21350175

Ci vediamo presto! ^_-

laura scarpa ha detto...

@debris grazie... sì, l'arrivo di Andrea Leggeri a capo redazione si fa sentire! Siamo molto contenti...@Giampaolo, grazie dell'articolo e del bel rilancio e complimenti a te per il tuo lavoro.
@mordente... ne parlo subito con lo zio alfred, è un buon amico e sta preparando per noi un libro succolentissimo!... be' aspetto un paio d'ore dai, se lo chiamo mentre si beve il suo caffè forse non è contento....

mordente ha detto...

un libro succulentissimo? da leccarsi i baffi! me li lascerò crescere alla bisogna!

Debris ha detto...

Parlato,ma sono soprattutto considerazioni su Greystorm qui e li

http://debrisfile.blogspot.com/2009/09/greystorm-e-lavventura-considerazioni.html

Lukino's pictures ha detto...

ciao a tutti,mi chiamo Luca,e da un pò di tempo ho un blog dove pubblico le mie tavole a fumetti.
Ho un problema,da un pò di tempo cerco un sistema per pubblicizzarmi e non so che pesci pigliare,avete qualche suggerimento,consiglio (o offesa se volete) che possa essermi utile?

P.S. sempre se può servirvi, il mio blog è il seguente www.lukinospicture.blogspot.com

ciao e grazie ^^

Nicolaflaiano ha detto...

Gentile Laura e amici di Scuola di Fumetto,
sono un dottorando di storia contemporanea che sta studiando il fumetto come fonte storica e come mezzo di divulgazione della storia.
A proposito di un Museo del fumetto, per come la vedo io e per le necessità mie ma di altri tipi di studiosi del fumetto, un museo del fumetto dovrebbe essere un luogo di divulgazione ma anche di ricerca, con un proprio archivio che conservi in maniera adeguata il patrimonio storico del fumetto italiano (ma non solo).
Infatti per le mie ricerche sono costretto a muovermi tra molti centri, fondazioni, biblioteche, ma soprattutto devo affidarmi al buon cuore dei collezionisti che però, come mi è stato confermato da altri ricercatori, sono figure piuttosto gelose del loro patrimonio. Soprattutto molto materiale è ancora soggetto al mercato del collezionismo privato e quindi sfugge agli occhi dello studioso. È un po’ come se, uno studioso di propaganda nella Repubblica Sociale Italiana, anziché potersi rivolgere ad archivi, dovesse rincorrere i collezionisti di materiale per studiare manifesti, volantini e quant’altro.
Sento infatti di diverse collezioni importanti che passano da mani private ad altre mani private, oppure divise e spezzettate per aumentarne il guadagno (so di gente che tagliava in strisce tavole originali per poterne triplicare il guadagno). Mi rendo contro che è un mondo che conosco poco e che cito per sentito dire, comunque da persone serie e affidabili, ma credo che se continuerà questa situazione, sarà difficile far fare un salto di qualità alla legittimazione del fumetto come prodotto culturale e come oggetto di studio.
Per non disperdere però soldi pubblici e patrimonio documentale, ci vorrebbe forse un solo grande museo nazionale del fumetto (cosa che immagino difficilissima visto che ogni città o regione vorrà il proprio museo).
Io ho esperienza dei musei storici che hanno più o meno tutti una struttura di questo tipo:
·Archivio
·Biblioteca con sala lettura
·Strutture per la fotocopiatura o scansionatura di documenti
·Spazio didattico
·Spazio espositivo
Questa dovrebbe essere anche la struttura di questo museo,
Cordialmente,
Nicola Spagnolli
spagnolli@fbk.eu

bonaska ha detto...

Ho letto che ci sarà un rinnovo della rivista. Mi piacerebbe che ci fosse uno spazio dedicato a tutte quelle pubblicazioni "meteore", che rimangono nascoste negli scaffali delle fumetterie. Spesso, spulciando qua e là ho trovato roba bellissima, anche seriale, che non sapevo neanche che esistessero!
A presto!
La vostra rivista è sempre grande... e apprezzo molto anche Mangaka...stupenda e fatta molto bene!

Anonimo ha detto...

@Nicola Flaiano, grazie dell'intervento, concordo, serve serietà, studi e studiosi e, purtroppo servono fondi. Nel prossimo numero un articolo sul rinnovato museo di Angouleme.
@bonaska, carisismo difficile quello che proponi, ma intrigante... cmq spazi per piccole idee così se ne stanno aprendo, la rivista non cambierà in un botto, ma con un'evoluzione pronta a cogliere suggerimenti e suggestioni.... a rinnovarsi davvero, insomma, e non solo nella veste o con idee teoriche.
a presto... a Lucca! Laura Scarpa

Memo ha detto...

ciao a tutti scuola di fumetto, io ho un problema: non sono riuscita a trovare il numero 69!!! frquento l'università a roma, e in nessuna edicola delle zone che bazzico (flaminio, cipro, lepanto, tiburtina,centro) sono riuscita a trovarlo, nemmeno alla stazione tiburtina dove lo acquistavo piu spesso (hanno ancora il 68!). come devo fare?nella mia città (l'aquila) non c'è speranza che lo trovi e purtroppo non sono potuta venire a Romics questo anno. Ho tutti i numeri, voi siete gia proiettati sul 70, mi dispiacerebbe davvero un sacco.avete per caso una dritta e dirmi una edicola a roma che sicuramente lo distribuisce?
grazie un saluto.
Memo

Anonimo ha detto...

ho letto che vi rinnovate perciò vorrei che in ogni numero di scuola di fumetto potreste allegargli un materiale da disegno magari facendolo pagare un pò di più ad esempio 8,00 euro spero che apprezzerete la mia idea

Anonimo ha detto...

good start

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Anonimo ha detto...

molto intiresno, grazie

Anonimo ha detto...

Perche non:)

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

Anonimo ha detto...

Si, probabilmente lo e

Anonimo ha detto...

Perche non:)