mercoledì 28 aprile 2010

RIVOLUZIONE ATTO PRIMO!

Alla vigilia della trasferta partenopea per la nuova edizione di Napoli Comicon, che ci vedrà presenti con lo stand di Coniglio Editore presso la storica sede di Castel Sant’Elmo (e una valanga di nuove uscite che presto vi illustreremo), da venerdì 30 aprile a domenica 2 maggio, cominciamo a far luce sulle GRANDI NOVITÀ in arrivo per «Scuola di Fumetto».

La prima era un po’ nell’aria, e qualcuno dei nostri lettori se l’aspettava… parliamo del passaggio della nostra rivista alla bimestralità. Da un paio di anni Sdf era già bimestrale “di fatto”, ora lo diventa ufficialmente e contemporaneamente il prezzo di copertina salirà a € 5,70 (per gli abbonamenti in corso nulla cambia, e ogni abbonamento comprende 11 numeri).

Il positivo riscontro che il nuovo corso della rivista (inaugurato a novembre con il n.70) ha ottenuto presso i lettori e gli addetti ai lavori ci ha dato fiducia e un nuovo impulso, convinti che la strada intrapresa sia quella giusta. Ma dicendo questo parliamo di contenuti, poi bisogna fare i conti con una crisi economica generale, e dell’editoria in particolare, che ci impone di tentare nuove strade. Arriviamo quindi ad affermare che LA CARTA NON CI BASTA PIÙ, ecco allora che «Scuola di Fumetto» diventa anche RIVISTA IN PDF acquistabile on-line a € 1,90. Con la stessa formula saranno man mano disponibili gli arretrati a partire dall’introvabile “numero uno” del lontano giugno 2002 (e con lui tornano disponibili gli altri numeri esauriti nella versione cartacea). Una straordinaria occasione per iniziare a seguirci, per colmare i buchi delle vostre collezioni a un costo davvero irrisorio, oppure per suggerire agli amici di avvicinarsi alla nostra rivista. Ecco, queste sono SOLTANTO ALCUNE delle novità in arrivo, vi teniamo ancora un po’ sulle spine per gli altri annunci dandovi appuntamento ancora una volta a Napoli Comicon, del quale vi elenchiamo di seguito gli eventi speciali che vedranno protagonista la nostra casa editrice.

Giovedì 29 aprile alle ore 18, presso l’Istituto Cervantes di via Nazario Sauro 23, Laura Scarpa e Carlos Trillo parteciperanno all’inaugurazione della mostra “Far breccia nel nero – Historietas da Alberto a Enrique” e brinderanno con altri autori al primo compleanno di «ANIMAls».

Carlos Trillo e la sua Argentina saranno protagonisti anche di due incontri che si svolgeranno venerdì 30 aprile presso la Sala Incontri di Castel Sant’Elmo.

Alle 16 “La memoria e l’ironia”: il grande sceneggiatore racconterà la sua opera e presenterà L’eredità del colonnello (Coniglio editore), il graphic novel realizzato insieme a Lucas Varela in cui il sarcasmo e un efficace uso del grottesco ci svelano le atrocità della dittatura argentina. Il libro è uno dei finalisti del premio “Attilio Micheluzzi – COMICON” come Miglior Fumetto Estero. Dopo l’incontro, a cui parteciperanno Laura Scarpa e Alessio Trabacchini, degustazione di vini argentini offerti dall’Ambasciata della Repubblica Argentina in Italia.
Sempre venerdì 30 aprile, alle 17, Carlos Trillo parteciperà all’incontro “Far Breccia nel Nero”, con Gianni Miriantini e Luca Boschi.

Sabato 1° maggio alle ore 12, di nuovo presso la Sala Incontri di Castel Sant’Elmo, il sipario si aprirà sugli “Amici di Canemucco”.
Marco "De Filippi" Makkox, Francesco "Orson Welles" Coniglio, Laura Scarpa, Antonio Sofi e Roberto Recchioni presenteranno il primo numero di «Il Canemucco» (Coniglio editore). A seguire brindisi stravolgente.

6 commenti:

Musicanti d'Amore ha detto...

Favorevoli alla "Rivoluzione" ^_^
Ci auguriamo che la possibilità di scaricare la rivista in pdf venga adottata anche dalle altre riviste ANIMAls e Touch... hugs!

Federico ha detto...

Contrario alla Rivoluzione a meno di aumentare il numero delle pagine (vista la diluizione della periodicità e il notevole aumento del prezzo di copertina).
Ok per i pdf.

almacattleya ha detto...

Io prima di dire se sono favorevole o contraria a questa rivoluzione, preferisco leggere la rivista.
Però per la rivista in pdf sono favorevole.

Anonimo ha detto...

Sono favorevole al pdf soprattutto per recuperare alcuni numeri arretrati, mentre per il nuovo corso della rivista non so... non era meglio utilizzare la bimestralità lasciando il prezzo invariato?
Se non c'è anche un aumento del numero delle pagine quei 70 centesimi in più mi sembrano troppi a fronte di una rivista non più mensile. Capisco la crisi ma se anche voi rincarate il prezzo in un periodo dove non ce ne sarebbe bisogno... ahi!

Mirko

Finello ha detto...

Sono convinto che PDF vadano bene solo per gli arretrati.
Una rivista che parla di fumetti disegnati deve essere su carta.
Per i 70 cent in più capisco il momento di crisi del settore.

Pochi ragazzi comprano i fumetti, ma c'è anche da dire che costano troppo. Una graphic novel arriva anche a costare 20/25 euro. Volevo prendere "Hector Umbra" di Edizioni DB ma costava 18,50.

Magari si può pensare di stampare con carta riciclata o di qualità inferiore (tipo le riviste Gente o Gioia).

Es. Scuola di fumetto con carta riciclata a 2.70€ con carta buona 5.70€

Vaneggiamenti del venerdì.
Utopia?

Andrea Leggeri ha detto...

Mi inserisco nel dibattito tra favorevoli e contrari per una rassicurazione: la rivista in formato cartaceo non scomparirà!!! Sarà semplicemente disponibile nelle due versioni, quella tradizionale in edicola e fumetteria, quella digitale sul nostro sito ;-)