venerdì 29 aprile 2011

Napoli Comicon 2011

Eccoci dunque giunti alla tredicesima edizione Napoli Comicon, uno degli appuntamenti fumettistici più importanti dell'anno. Come al solito ci trovate presenti, noi di Coniglio Editore, con uno stand presso Castel Sant'Elmo, l'affascinante sede della kermesse partenopea dall'anno scorso affiancata da quella della Mostra d'Oltremare, dedicata anche ai games. Al castello, come d'abitudine, troverete gli stand degli editori e le mostre principali, ed avrete inoltre l'occasione di partecipare agli incontri con gli autori, alle tavole rotonde sul fumetto e all'attesissima serata di sabato dedicata alla consegna dei Premi Micheluzzi. Se per il programma completo e l'elenco delle mostre vi rimandiamo al sito uffciale del Comicon (ma non possiamo non citare almeno le mostre su Di Gennaro e Tamburini, di cui parleremo anche nei prossimi due numeri di Scuola di Fumetto), vi ricordiamo che domenica alle 14:00 presso la Sala Incontri si svolgerà una lezione live dei nostri Corsi On-Line tenuta da Laura Scarpa e Roberto Recchioni. Inoltre tra le nomination ai Premi Micheluzzi diversi fumetti pubblicati da Coniglio Editore: Makkox candidato per la migliore serie realistica e come miglior sceneggiatore (Canemucco), Paolo Bacilieri per la migliore storia breve (Il come e il quando, pubblicata su ANIMAls), Il Mondo dei Ronfi di Adriano Carnevali è infine in lizza tra le migliori riedizioni di classici a fumetti. Incrociamo le dita!!!

martedì 26 aprile 2011

Workshop con Gabriella Giandelli

"Tracce personali nell'immagine"
Laboratorio di illustrazione e fumetto con Gabriella Giandelli


Venerdi 27, Sabato 28 e Domenica 29 Maggio 2011
Palazzo Chianini -Vincenzi - Arezzo, via Cesalpino, 15

L'associazione MEGA+MEGA – centro d’arte contemporanea nell’ambito di PP - Percorsi Personali, organizza il workshop "tracce personali nell’immagine" con Gabriella Giandelli. Un workshop di tre giorni full immersion dedicato al disegno, alla ricerca delle tracce di se e della propria "strada" espressiva per un racconto personale per immagini. Le lezioni avranno durata di 4/6 ore giornaliere presso la prima sala di palazzo Chianini -Vincenzi ad Arezzo e saranno rivolte ad un minimo di 15 fino ad un massimo di 25 corsisti. La quota di iscrizione è di 100,00 Euro.

Programma e orari:
Venerdì 27, ore 15/19,00: accoglienza e inizio lavori.
Sabato 28, ore 9-12: workshop. A seguire pausa pranzo. Ore 15-19: workshop. Domenica 29, ore 9 -12: workshop e alle ore 18,00: inaugurazione mostra personale dell’artista negli stessi locali.


Materiale necessario:
album Fabriano F4 liscio, matita HB, matita 2B (anche micro mine), gomma, fogli da fotocopia, colori.

sabato 23 aprile 2011

Buona Pasqua!!!

Questa deliziosa Alice realizzata da Laura Scarpa è il nostro augurio di Buona Pasqua per voi lettori di Scuola di Fumetto, e in generale per tutti gli appassionati di fumetti e libri. Speriamo che, oltre alle tavole imbandite e alle uova di cioccolata, vi porti anche momenti di relax da dedicare alla lettura. In questa primavera particolarmente ricca di fiere fumettistiche, non mancano certo le occasioni per procurarsi albi, riviste e volumi con cui passare piacevoli momenti. La prossima è la settimana di Napoli Comicon, uno degli appuntamenti più importanti dell'anno a cui ovviamente parteciperemo presentando, tra le novità, il nuovo, attesissimo e puntualissimo numero di Scuola di Fumetto!!! Ci risentiamo subito dopo Pasqua per parlavi del Comicon e dei contenuti di SdF 78!!!

martedì 19 aprile 2011

Reportage: London Kapow! Festival 2011

Dal nostro Antonio Solinas un reportage esclusivo da Londra!!!


Da qualche anno, il prestigio delle convention fumettistiche del Regno Unito sembrava decisamente in calo. Per esempio, la convention di Bristol, nipote delle celebrate UKCAC degli anni ’80-‘90, da qualche anno si distingue per l’ottima atmosfera e poco altro: niente a che vedere con i tempi d’oro delle fiere britanniche. Lo stesso vale per le altre fiere più piccole, da Birmingham e Cardiff in giù: un ottimo modo di ritrovarsi fra amici, ma non certo un esempio di rilevanza.
Per quanto invece riguarda il festival Kapow!, ultimo arrivato fra gli show britannici, sin dal primo anno la musica sembra completamente diversa: l’ambizione è palesemente quella di creare un evento capace di catalizzare l’attenzione del pubblico (e degli sponsor), puntando su una sinergia fra fumetto, cinema e serie TV che permetta all’appassionato di confrontarsi con alcuni dei maggiori nomi del settore. In questo senso, la scelta (strategica) di ambientare la convention a Londra, nell’ottimo Business Design Center (nel centralissimo quartiere di Islington), è assolutamente vincente per una manifestazione che, grazie ad anteprime cinematografiche e connessioni con i nomi giusti, ambisce a diventare l’ideale trait-d’union fra Angouleme e San Diego (atmosfera tipicamente europea, ma velleità di grandeur americana).
Se il Kapow! riuscirà nell’impresa, è presto per dirlo. Certamente, l’edizione di quest’anno è stata un successo (nonostante si maligni di un passivo, probabilmente inevitabile visto l’investimento iniziale).
Molto del peso della manifestazione, a quanto si è visto, è poggiato sulle spalle di Mark Millar, in grado evidentemente di “garantire” con il proprio nome per quanto riguarda la mobilitazione della Marvel. In questo senso, proprio la Casa delle Idee l’ha fatta da padrone, invadendo il Kapow! con autori, trailer di film e attori (Thor). Era prevista anche la presenza degli editor Stephen Wacker e C.B. Cebulsky, che hanno invece dovuto dare forfait all’ultimo momento, e che avrebbero costituito la ciliegina sulla torta a livello di opportunità di lavoro, da sempre una parte rilevante delle convention UK, vista la commistione con i mercati fumettistici americani.
Per quanto riguarda la parte relativa all’intrattenimento extrafumettistico, un grosso spazio è stato riservato ai games, con consolle disponibili per i fan per testare nuovi giochi (grazie al “platinum sponsor” IGN), e ai telefilm, con le produzioni Merlin e Misfits a farla da padrone.
A livello fumettistico, come abbiamo detto, l’organizzazione è riuscita a radunare molti nomi importanti, dagli stranieri John Romita Jr. (Kick-Ass), Oliver Coipel (Thor) e Leinil Yu (Superior), ai britannici Dave Gibbons (Watchmen), Frank Quitely (All Star Superman), Bryan Hitch (The Ultimates, The Authority).
Come detto, la parte della star è stata riservata a Mark Millar (Kick-Ass, Civil War), che un uccellino ci dice fidanzato con una delle organizzatrici, ma l’ambientazione londinese è riuscita ad attirare una serie di autori (spesso difficili da incontrare alle convention UK) come Andy Diggle, Jock, Pat Mills e Kev O’Neill, Steve Dillon, Brian Bolland, Peter Milligan e Kieran Gillen che hanno reso certamente più piacevole e valido l’evento. Oltretutto, i due record del mondo battuti (“più veloce produzione di un comic-book” - 11 ore, 19 minuti e 38 secondi e “maggior numero di autori a contribuire a un comic-book” - 62 contributors) e gli Stan Lee Award (con Morrison come miglior sceneggiatore e Romita Jr miglior disegnatore) contribuiscono a dare il senso di una manifestazione che vuole imporsi.

Fin qui il dato di cronaca. A livello di impressioni personali, invece, devo rilevare come la fiera abbia dato l’idea di essere organizzata in maniera molto professionale, anche se qua e là qualche piccolo difettuccio si è notato: ad esempio, l’eccessiva rigidezza delle file mi ha impedito di partecipare ai panel (mi rifiuto di aspettare in fila 45 minuti per entrare a vedere una presentazione, se ho il pass stampa), mentre è stata un po’ fastidiosa e posticcia una certa enfasi sullo “stardom” (biglietti VIP a costi maggiorati, cena con le star a 300 sterline, code lunghissime per le firme sugli albi) che è proprio l’opposto dei motivi per cui le convention UK da sempre sono fra le migliori.
E infatti, al di là della direzione ufficiale, al bar l’atteggiamento dei fumettisti britannici è stato tutt’altro che altezzoso (voglio citare la simpatia di Glenn Fabry e Bisley e le squisite maniere di Quitely). Mi fa strano pensare a chi ha pagato un sacco di soldi per stare accanto a persone con cui ho potuto chiacchierare a lungo gratis.
Chiudo con un assaggino di pettegolezzi riferitici dagli autori stessi.
Brendan McCarthy aveva proposto alla Marvel il sequel di Spider-Man: Fever (e a quanto pare la risposta è stata un molto britannico “fuck off”).
Le tavole dell’ultimo fumetto di Steve Niles illustrate da Fabry (in uscita per DC/Wildstorm a fine anno) sono straordinarie, le migliori mai disegnate dall’autore di Brighton.
La sorella di Mark Millar è fidanzata con un sardo da oltre trent’anni, ma non si sposano.
A proposito di Millar, un anonimo sceneggiatore ci ha riferito che, per un tie-in della saga Dark Avengers, la Marvel gli ha praticamente imposto lo stile à la Millar: grandi esplosioni, poche vignette per pagina e dialoghi secchi. 
Sic transit gloria mundi.

venerdì 15 aprile 2011

Premio Coop For Words

Gli aspiranti autori di Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Veneto, Marche, Abruzzo e Lombardia hanno tempo fino al 30 aprile 2011 per partecipare al Premio Coop for Words inviando al sito coopforwords.it - completamente rinnovato - racconti, poesie, post it e tavole a fumetti. In premio, oltre la tradizionale pubblicazione in un’antologia, da questa edizione anche 4 corsi annuali della “Bottega Finzioni” fondata da Carlo Lucarelli e la partecipazione alle Lezioni Magistrali dei maggiori scrittori e sceneggiatori italiani. La nona edizione del concorso, promosso da Coop Adriatica, Coop Consumatori Nordest e per la prima volta da Coop Lombardia, si rivolge a scrittori, poeti e fumettisti tra i 15 e i 35 anni. Il bando di concorso e tutte le informazioni per partecipare sono sul sito ufficiale di Coop For Words.

domenica 10 aprile 2011

Stage on line con Serra e Artibani!!!


I nostri Corsi On Line non si arrestano, anzi si arricchiscono di nuovi e imperdibili appuntamenti sia per chi ha seguito/segue quelli annuali, sia per sceneggiatori desiderosi di approfondire le proprie conoscenze o specializzarsi in un determinato genere narrativo. Maestri d'eccezione Antonio Serra e Francesco Artibani. Di seguito nel dettaglio la descrizione dei due corsi in partenza.

STAGE DI SCENEGGIATURA
Con Antonio Serra
(avventura, fantascienza, fumetto popolare
realistico e bonelliano)
(da aprile a maggio, 3 lezioni)
Il corso comprende:

Le basi della narrazione d’avventura: il soggetto, i personaggi, come Antonio Serra immagina  e costruisce una storia e come viene presentata.
Tecnica di sceneggiatura: sceneggiature dell’autore, analizzate e spiegate anche
in funzione del disegno che ne verrà.
Esercizi annessi.

Lo stage si rivolge a chi ha frequentato il corso base o a sceneggiatori che siano interessati al fumetto bonelliano, a quello d’avventura e a quello di fantascienza, in particolare presentando la visione di un grande autore: Antonio Serra.


STAGE DI SCENEGGIATURA
Con Francesco Artibani
(comico, avventura per ragazzi,
fumetto disenyano e strip)
(da aprile a maggio, 3 lezioni)
Il corso comprende:

Le basi della narrazione comico e per ragazzi: il soggetto, i personaggi da creare o esistenti da interpretare, come Francesco Artibani immagina e costruisce una storia.
Tecnica di sceneggiatura: sceneggiature dell’autore, analizzate e spiegate in funzione del racconto, del pubblico e dell’interpretazione del disegnatore. 
Esercizi annessi.

Lo stage si rivolge a chi ha frequentato il corso base o a sceneggiatori che siano interessati al fumetto disneyano, a quello genericamente per ragazzi, in Italia e all’estero, e alle strisce comiche, attraverso la visione e le molteplici esperienze di un autore poliedrico quale Francesco Artibani.

Per informazioni su costi e modalità di iscrizione
Per informazioni dirette scrivi a info@ascuoladifumetto-online.com

mercoledì 6 aprile 2011

Torino Comics 2011

Questo fine settimana è la volta di Torino Comics, il salone del fumetto che si presenta per la sua diciassettesima edizione con un programma ed una lista di ospiti internazionali da far venire l'acquolina in bocca a qualsiasi appassionato. Protagonista principale sarà il grande Don Rosa, l'autore disneyano più volte definito come erede di Carl Barks. Il due volte vincitore dell'Eisner Award, grazie soprattutto alla sua produzione legata alla famiglia dei paperi, presente già dall'inaugurazione di venerdì 8, incontrerà il suo pubblico domenica 10 alle 14,00. Maestro di casa nostra è invece Silver, il papà di Lupo alberto cui Torino Comics dedica una grande mostra che ne ripercorre i successi. Tra gli altri ospiti Luca Enoch, Paolo Mottura, Giacomo Bevilacqua e molti altri. Tra le altre mostre, spazio alla serie umoristica Ippo.it di Stefano Frassetto. E poi la mostra mercato, l'Area Games, Torino Cosplay, lo Star Wars Fest e tante altre iniziative da seguire. Per il programma completo vi rimandiamo al sito ufficiale della fiera.