venerdì 30 settembre 2011

Corsi On Line - I Maestri: Roberto Recchioni

Come vi abbiamo già segnalato sono aperte le iscrizioni per l'annata 2011/2012 dei nostri corsi di A Scuola di Fumetto On Line. Uno dei valori aggiunti di questa esperienza è senza dubbio l'opportunità di poter lavorare e apprendere da Maestri d'eccezione, professionisti celebri del settore che vi guideranno nel vostro percorso di studi alla scoperta dei segreti del mestiere di fumettista. A dirigere e condurre il corso di sceneggiatura è Roberto Recchioni, tra i più affermati e popolari autori italiani, creatore (con Lorenzo Bartoli) di personaggi come John Doe e Detective Dante ma anche sceneggiatore per Dylan Dog, collaboratore delle più importanti case editrici italiane (dalla Disney all'Astorina fino a Panini) e seguitissimo blogger.
L'abbiamo ospitato più di una volta sulle pagine di Scuola di Fumetto, dai nostri archivi recuperiamo quindi un estratto di un'intervista di qualche anno fa, nel quale l'autore fa il punto proprio sul tema della scrittura.

La scrittura
Fino a qualche tempo fa scrivevo nella maniera più classica possibile. Lavoravo sul soggetto, poi scrivevo tavola per tavola e vignetta per vignetta. Nulla di particolare.
Oggi ho sviluppato una metodologia strana che non consiglierei a nessun esordiente: scrivo prima tutti i dialoghi dell’albo, poi li divido per tavole e infine li divido per vignette. Alla fine e solo alla fine, metto le descrizioni delle singole vignette. Al disegnatore arriva una sceneggiatura identica a quelle vecchie ma la procedura per realizzarla è stata del tutto diversa. Credo che questa metodologia nasca dal fatto che i dialoghi sono sempre più importanti nel mio lavoro.

I disegnatori
Il mio rapporto con i disegnatori è democraticamente dispotico.
Scrivo in maniera molto sintetica, con indicazioni precise per le inquadrature e le espressioni, ma non sono un maniaco del controllo e se un disegnatore trova un’inquadratura migliore della mia, a me va bene. Se però dico che una cosa mi serve in una certa maniera, non tollero variazioni. Di contro, certe volte (specie nelle scene d’azione e solo se mi fido del disegnatore), cambio il registro della sceneggiatura e passo a scrivere “all’americana”, dando modo al disegnatore di interpretare una tavola o intere sequenze. Fornisco tutta la documentazione possibile se necessaria e so sempre chi disegnerà le mie cose (e generalmente ne tengo conto).

Come nasce un'idea.
Io classifico le idee in tre categorie:
"Il pacco completo"
Già impacchettato e fornito di tutto. È il genere di idee che preferisco, arrivano già pronte e a me non resta che metterle su carta. L'idea generale di JD è arrivata così e anche molti dei suoi episodi.
"Il laboratorio di Frankenstein"
L'idea si forma smontando elementi di altre storie, pescando da tutti i generi possibili e da media diversi. È il mio tavolo degli esperimenti: certe volte ne vengono fuori splendide creature, qualche volta dei mostri senza cervello.
"L'immagine solitaria"
Una sola immagine, una sola suggestione. Si comincia a scrivere partendo da quella e non si sa dove si andrà a parare. È il genere di idee più pericoloso.

Quando un'idea è quella giusta.
Io non lo capisco mai. Per me, se le ho scritte fino alla fine, sono buone. Se non ho avuto voglia di finirle vuol dire che non lo erano. È per questo che ascolto sempre con attenzione i pareri di tutti sulle mie cose: io non ho la minima obbiettività sul mio lavoro. Sono il mio sceneggiatore preferito.

lunedì 26 settembre 2011

Addio a Sergio Bonelli

Questa mattina una terribile notizia ha colpito il mondo del fumetto e della cultura italiana.
Se n'è andato Sergio Bonelli, sceneggiatore tra i più importanti delle nuvolette di casa nostra, papà di leggende come Zagor e Mister No, ma soprattutto il più grande editore del settore. Tutta la comunità degli appassionati e degli addetti ai lavori ne sentirà la mancanza, anche coloro che non l'hanno conosciuto di persona ma attraverso le sue produzioni, gli sono debitori di qualcosa e grati. Grati di aver popolato l'immaginario collettivo di eroi intramontabili, di aver contribuito a far crescere il fumetto italiano attraverso la sua attività editoriale, di aver saputo innovare pur nel solco della tradizione dei generi popolari, di aver lanciato nuovi autori e valorizzato il lavoro di quelli già grandi. Se n'è andato nel momento più difficile per il fumetto italiano (e per l'Italia tutta), sarà dura senza il suo riferimento, senza la sua autorevolezza di personaggio pubblico amato e rispettato anche oltre la cerchia dei lettori abituali. È stato un po' il portavoce e il simbolo dei professionisti del fumetto presso gli altri ambiti culturali, ora senza di lui è difficile persino immaginare quale futuro attende il fumetto popolare in Italia...
Ci mancherai, Signor Nolitta!

mercoledì 21 settembre 2011

Banda Putiferio in concerto!!!

Venerdì 23 settembre 2011, ore 19.00
Fumetti, concerto, trottole e…
aperitivo al Museo del Fumetto con la Banda Putiferio

WOW SPAZIO FUMETTO
Viale Campania 12 – Milano
Info e prenotazioni: 02 49524744 - info@museowow.it
Ingresso su prenotazione con mostra originali e aperitivo a 10 euro

In occasione dell’uscita del libro-cd Il paradiso delle trottole (Tunué Editore) della Banda Putiferio, WOW Spazio Fumetto, il Museo del Fumetto di Milano, offre una serata decisamente originale. Un ricco aperitivo a buffet introdurrà la serata, a cui, oltre i componenti della Banda Putiferio, parteciperanno alcuni artisti che hanno collaborato al progetto. Durante il concerto che seguirà la presentazione del libro e l’aperitivo, gli illustratori e i fumettisti del cd-libro disegneranno “in diretta” con una sorta di action-painting fumettistica.

Con Akab, Lola Airaghi, Davide Barzi, Luca Enoch, Danilo Loizedda, Marco Manini, Lucho Villani. Modera la serata Adriano Barone.

martedì 13 settembre 2011

Concorso Giovani Energie Latenti

Prorogata al 30 settembre la data di scadenza per inviare i propri elaborati e partecipare alla IV edizione del concorso GEL - Giovani Energie Latenti, promosso dall'Assessorato alle Politiche Giovanili della Provincia di Ascoli Piceno, in collaborazione con Eurodesk Italia, gli Informagiovani ed i Centri di Aggregazione Giovanile. Il tema da sviluppare è “Vecchie Giovani Generazioni”, ed è aperto ai ragazzi dai 16 ai 30 anni residenti in uno dei paesi dell’Unione Europea. Il concorso prevede tre sezioni: Fotografia, Fumetto, Illustrazione/Pittura. Il bando completo è scaricabile QUI.

lunedì 5 settembre 2011

Ripartono i nostri corsi on-line!!!

Le vacanze sono finite, chi rientra al lavoro e chi si prepara per riprendere gli studi...
Tutto riprende il suo naturale corso insomma, pian piano si torna alla routine ma anche alle piacevoli abitudini. Infatti il nuovo Scuola di Fumetto sarà oramai nelle vostre mani, mentre il prossimo lo avrete in concomitanza di Lucca Comics 2011. Ma se voleste provare qualcosa di nuovo, arricchire le vostre giornate alimentando il sogni di diventare fumettisti, sappiate che i nostri nuovi Corsi On Line sono pronti per partire!!!
Potete iscrivervi da subito per i 4 corsi in partenza tra ottobre e novembre, e precisamente:

Corso di Fumetto Base (1)
Corso di Fumetto Avanzato (2)
Corso di Fumetto Giovani (12-18 anni)
Corso di Sceneggiatura

Sono previsti stage di sceneggiatura e corsi di Illustrazione e di colorazione a Photoshop a partire da gennaio-febbraio.

Come al solito tutti i dettagli li trovate QUI e QUI!!!