venerdì 30 marzo 2012

A lezione da Baudoin!!!

L'estate scorsa è stato protagonista sulle pagine di Scuola di Fumetto n°78, con una magistrale lezione tenuta a BilBOlbul 2011, e su ANIMAls n°24 che conteneva un suo fumetto inedito. Questo weekend il grande Edmond Baudoin torna ad essere dei nostri, con un incontro da non perdere nell'oramai consueta location del Teatro Studio dell'Auditorium di Roma. Proseguono con successo le Lezioni di Fumetto a cura di Francesco Coniglio e Luca Raffaelli, ospitando questo artista dotato di una straordinaria capacità comunicativa sia nel suo fare fumetti che proprio nelle "performance live", affascinanti, coinvolgenti, uniche. Con lui imparerete ad ascoltare la musica del segno, e che per comprendere appieno tutte le sfumature delle sue opere non sono sufficienti i soli occhi. Di seguito il testo di presentazione ufficiale dell'evento. Appuntamento quindi a domenica 1 aprile alle ore 18!
Nato a Nizza nel 1943, Edmond Baudoin è uno dei più grandi del fumetto francese. Maestro del bianco e nero, Baudoin è forse l'interprete più consapevole e significativo di un fumetto espressionista e gestuale, dove ogni segno è carico di potenza e di poesia. Le sue storie hanno esplorato i territori dell'autobiografia e dell'autofiction molto prima che questi generi diventassero di moda nel fumetto. Il suo tratto pittorico, ma che deriva con libertà e sensualità dal segno prattiano, si è sviluppato nel fumetto in una vera scrittura, come quella degli ideogrammi, e contemporaneamente molto evocativa. I suoi stage di disegno sono vere performance di creatività, in cui ognuno è spinto a interpretare con la pressione della mano, con lentezza del tratto, con morbidezza o spigolosità di linee il proprio sentire, il proprio essere. Per Baudoin il segno è musica, disegnare è una danza. L'ultimo libro-reportage, Viva la vida, parla delle atrocità commesse sulla frontiera messicana, e racconta la morte cruenta con la stessa spinta di speranza e di vita delle sue storie d'amore.

Nessun commento: