sabato 25 maggio 2013

Dylan in affido

L'altro giorno abbiamo sentito direttamente Roberto Recchioni su questo blog.
Era stanchissimo ma ci ha risposto per quello che riguarda il suo nuovo ruolo. D'altra parte Roberto è preso anche dal suo Orfani che sta per prendere il volo dopo tanta lavorazione.

Qualche voce diceva che Tiziano Sclavi, assieme a Roberto, stava tornando ad accudire direttamente in modo più coinvolto e attivo, il suo Dylan.
Piuttosto che riportare voci, abbiamo chiesto allo stesso Sclavi, che sempre ci ha risposto con sincera amicizia e cortesia.
Ed ecco le sue parole:
«Non sono affatto tornato attivo su Dylan. Recchioni è stato nominato curatore anche perché io ormai... L’ho proposto io, ho caldeggiato la sua nomina. Perché è bravo, giovane (be’, molto più giovane di me, in ogni caso) e pieno di idee ed entusiasmo. Io ora più che mai sono in pensione, non voglio che si parli di me, ma di Roberto. E questo è più o meno tutto quello che ho da dire».

Un passaggio di scettro importante.


Morgana, sceneggiatura i Tiziano Sclavi


Morgana, disegni di Angelo Stano © SBE



Sperando comunque che di tanto in tanto Tiziano faccia sentire la sua voce nelle storie dell'Indagatore dell'Incubo, rifacciamo i complimenti e un augurio di benvenuto e di buona reggenza a Rrobe. 
La svolta darà a Dylan Dog nuovo slancio, un rinnovamento, all'interno della tradizione, che  sicuramente si rende necessario e stimolante per un personaggio che ha successo così lungo e ampio.
Il rinnovamento lo vedremo presto, dalle prime storie raggiungibili con il restyling e annesse copertine, che dovrebbero dare un segnale chiaro e forte di questo cambiamento... così si dice...

Per finire, ci fa piacere che Sclavi ci abbia salutati con un commento sulla prossima produzione di ComicOut:
«Invece, parlando di cose serie, non so dirti il piacere che mi fa la ristampa del Dottor Oss (di Mino Milani e Grazia Nidasio n.d.r.). Quello sì che è un capolavoro. È stato uno dei miti della mia infanzia, e molti anni dopo ho potuto vedere le tavole originali: splendide. Spero che lo pubblichiate in formato grande».

1 commento:

stampe digitali ha detto...

Anch'io spero che il buon Sclavi ogni tanto torni sulla sua creatura. Anche se dovrebbe farlo solo quando e se ha voglia. Poche storie 'sclaviane' ma buone.
Ciao
Bruno da Forlì