lunedì 21 ottobre 2013

SdF #90 a LUCCA COMICS and GAMES

Un numero ricco e ricco di immagini e testimonianze d'autore, da una parte, e di critica e analisi dall'altra.
La linea di trasformazione della rivista è qua: vogliamo esser "Scuola" di fumetto in tutti i sensi. Scuola come didattica sul campo, come rivelazione del lavoro degli autori (e – perché no? – degli editori, traduttori, letteristi...) attraverso al visione del opere nelle fasi di crescita, di sviluppo. Gli studi e gli schizzi prima del definitivo, il lavoro che c'è dietro la creazione.
Dunque una "scuola" che interessa l'esordiente e l'appassionato, come il professionista che ama vedere il lavoro del collega.
Dall'altra parte l'apprendimento, la scuola, è anche analisi, dunque saggistica, critica, pensiero sul fumetto, sul rapporto testo/immagine, su stili e autori.
Senza salire in cattedra ci piace l'idea di aprire , di squadernare il fumetto e rivelarne le trame, la tessitura, le radici.

Eccovi dunque il sommario di questo numero 90, che troverete in anteprima a Lucca Comics.
Noi ci siamo, e in posto d'onore! Nel grande padiglione di piazza Napoleone - Stand 219. Siamo QUI:
Vicino alla porta del lato Palazzo Ducale (verso San Michele).

Quel padiglione, sul finire degli anni 70, era l'unico, e raccoglieva tutti gli editori italiani. Com'era possibile? eppure il fumetto funzionava bene in quegli anni, faceva vivere bene. E lì dentro c'era il primo «Frigidaire», c'era Ottaviano Editore e c'era «Linus»...e Bonelli, mi pare di ricordare, e «la Bancarella» che pubblicava giovani autori e «l'Urlo» che creava scandali svelando ingiustizie... quella piazza era meno piena, ma c'eravamo tutti. Eravamo pochi e i lettori (in proporzione tanti più di noi) erano certo meno di adesso.
Noi ci siamo, e portiamo cose nuove e cose storiche. Ve le racconteremo in questi giorni sul sito e sul blog di Comicout.
Intanto pregustatevi le delizie del nuovo numero del magazine, di cui vi daremo assaggi più succulenti nei prossimi giorni. Ma soprattutto, a Lucca, passate a trovarci, le sorprese sono molte!

Nessun commento: