martedì 31 dicembre 2013

Ultimo post (del 2013)

Lo iniziamo con un botto anticipato:

Un augurio per il fumetto, con la voglia di continuare e che i segnali positivi, anche se piccoli, di questo 2013, cresceranno nel 2014.
Scuola di Fumetto sta già dimostrando che si rinnova e migliora, i nostri libri sono bellissimi e la scuola online procede, con grandi maestri e buoni allievi che vi presenteremo.

Il 2013 finisce.
Non ci è mai piaciuto guardarci TROPPO indietro. Il passato serve, è importante, costruisce il nostro futuro, è esperienza, ma non ci va di buttarci nei ricordi.
Perciò cominciamo a parlarvi del nuovo numero, ma con l'eccezione di un ricordo.
La scomparsa di Luigi Bernardi può sembrare legata al fumetto solo per un importante passato. Non è così, fare fumetti in qualsiasi ruolo e forma è un po' come essere preti, non si finisce mai di esserlo, nemmeno da spretati.
Luigi si allontano da strisce e nuvolette, a un certo punto, deluso e sicuramente ferito da un momento più difficile che mai di mercato per la nona arte.
Ma con timidezza e discrezione vi stava ancora dentro. Aveva scritto in questi anni, per i disegni di Onofrio Catacchio, la grande saga di Fantomax, omaggiando al suo interno molto fumetto, tra cui Zanardi...  La carriera criminale di Clelia C., per Grazia Lobaccaro, e poi, priìorpio in questo ultimo anno e poco prima, una storia con me, piccola piccola, e un progetto complesso con Otto Gabos.
Per il passato un po' lontano, ma indimenticabile, e per questo suo passato recente, bruscamente interrotto, abbiamo dedicato uno spazio a testimonianze di chi gli è stato molto vicino. Soci e coautori, amici che l'hanno perso e che, insieme, lo ricorderanno il giorno 11 gennaio, per il suo compleanno, a Ozzano Emilia.
In questa stessa data c'è un altro evento fumettistico, ma il calendario lo metteremo domani.
Qui, oggi, salutiamo il 2013 salutando anche un amico carissimo e una figura di enorme importanza nel fumetto italiano, con qualche parola e con qualche immagine inedita degli ultimi progetti.


«…Una vita fatta di carta, di immagini, di musica, di letture vaste ed eterogenee. Possedeva soprattutto, un “fiuto” speciale, che gli permetteva di riconoscere immediatamente i nuovi talenti, con cui entrava in contatto e di cui diventava amico e complice, felice di aiutarli a trovare la pista giusta in una delle tante riviste, case editrici e collane di libri che ha fondato. Anche lui, che era uno spirito inquieto, cambiava spesso sentiero, abbandonando il precedente quando sentiva che era diventato una noiosa e ormai sterile routine». (Graziano Frediani)
Otto Gabos


«Per il fumetto Luigi Bernardi, ha indicato strade che molti di coloro che hanno incrociato il suo percorso, continuano a seguire. Il suo era uno sguardo sempre attento alla realtà, rigoroso nei modi di raccontarla anche quando lanciava la narrazione verso derive apocalittiche.
Lo ha fatto in veste di autore in opere come Fantomax e Clelia C. indicando direzioni nuove verso cui orientare il racconto per immagini. La stessa operazione che aveva fatto da editore con le riviste che aveva ideato e diretto: Orient Express e Nova Express di chi l'ha conosciuto bene e gli deve molto». (Onofrio Catacchio)
Laura Scarpa

«Con Granata Press, Luigi ci diede la possibilità non solo di imparare un mestiere, ma anche di rivolgerci a un pubblico ben più vasto di quello che potevamo raggiungere noi attraverso le sole (poche) fumetterie dell'epoca. Noi avevamo piantato un seme, ma fu grazie a Granata che in Italia si iniziò a parlare seriamente di manga e anime: il fatto che un 'guru' come Luigi Bernardi se ne stesse occupando, portò sul fumetto giapponese l'attenzione anche di coloro che fino a quel momento non lo prendevano in considerazione, chi per disinformazione, chi per snobismo, chi per pigrizia». (I Kappa Boys)


domenica 22 dicembre 2013

Avviciniamoci (e al 2014) al 91 regalando abbonamenti


Come con il #90, anche il #91 sarà un numero importante, che continuerà a segnare la strada nuova della rivista.
«Scuola di Fumetto» si va caratterizzando per servizi ampi e  riccamente illustrati che presentano autori classici e autori da scoprire, italiani e internazionali.

Così nei prossimi giorni vi presenteremo i temi e gli autori che troverete nel prossimo numero, il primo del 2014.

Vi ricordiamo anche che l'intento di «Scuola di Fumetto» è didattico e volto all'approfondimento della 9^ arte. Per questo domande approfondite agli autori e molta documentazione pratica, che possa mostrare il loro processo creativo.

Questo numero è ricco di nomi famosi e altri in ascesa.
Uno per tutti? Leo Ortolani... altri dettagli prossimamente...

Ma vi ricordiamo nel frattempo, mentre siete alle prese delle ultime spesucce natalizie, che i libri e i fumetti sono sempre regali belli e graditi, mai inutili, #regala1fumetto è il nostro motto: dunque comprateli in libreria o sul nostro sito.

ULTIMO GIORNO anche per regalare UN ABBONAMENTO a Scuola di Fumetto, con IN REGALO ben 5 vecchi numeri!
Così se regalate l'abbonamento il fortunato riceverà a stretto giro di posta SUBITO 5 arretrati pieni di cose interessanti, e poi ogni due mesi si ricorderà di voi... il tutto a soli 29,00 euro (invece di 64,00). Un regalo che dura un anno e che vale il doppio (spedizione solo per l'Italia).
Qui sul sito.



martedì 10 dicembre 2013

Saranno famosi!

Sin dal n.1 di Scuola di Fumetto, decidemmo di dare una vetrina ai giovani autori, purchè fossero inediti ma sufficientemente professionali.
La prima fu una mia allieva, Claudia Volontè, di cui potete vedere un piccolo portfolio nel suo blog, e altre notizie professionali qua...
Con l'occasione vi riproponiamo la sua storia di allora:








Alcuni, non tutti, hanno avuto successo. Non è stato certo merito nostro, se non per averli incoraggiati e aver dato loro l'opportunità per confrontarsi con la carta stampata.
Basti dire che sul n. 5 appariva Alessandro Baronciani, come ricordavamo di recente in una bella intervista sul nostro giornale >(#88).

Dunque non è vano pubblicare nuove mani, alcune più incerte, altre già pronte alle pubblicazioni professionali.
Ma non è facile trovare questi giovani autori, proprio perché noi selezioniamo. 

Rinnoviamo il nostro invito:

il nostro spazio è aperto a tutti. Queste sono le regole da rispettare:

1) Qualsiasi sia l'età, l'autore o gli autori, non devono aver pubblicato professionalmente.
2) La storia deve essere di 3 o 4 pagine, bianco nero o colori e inedita. 
3) Qualsiasi genere narrativo escluso il porno; linguaggio e immagini non devono essere eccessivamente violenti o volgari, o dare dunque fastidio a qualche lettore.
4) Devono avere un certo livello di qualità, a nostro insindacabile giudizio.
5) Devono essere accompagnate da una vostra mini-presentazione personale.

Aspettiamo le vostre pagine. Mandate qui i file, di dimensioni di massimo 1 MB e non più di 4 files per ogni mail.


ESORDITE!

giovedì 5 dicembre 2013

Più libri e più liberi

Al ritorno dall'interessante SoBD a Parigi, e dopo aver respirato aria buona per l'ispirazione, al rientro.... sto senza collegamento internet che fastweb quando ha un guasto di linea ci mette 72 (settantadue) ore a garantire ripristino, 72 da quando lo segnali tu, non da quando c'è. Perciò lavoro solo da ipad, molto parziale.  Mi spiace per il disguido e per ogni comunicazione rallentata.

MA DOMANI A PIÙ LIBRI PIÙ LIBERI CI TROVATE GENTILMENTE OSPITATI DA COCONINO FANDANGO! A ROMA EUR. 
DOTTOR OSS, GIPI, ZEROCALCARE, ALLO STAND COCONINO A25 (proprio all'ingresso).
Importante e bello!
Questa fiera sta sempre più dimostrando il suo valore sia livello commerciale e prenatalizio, sia nella cultura editoriale. Uno spazio per scoprire editori e libri poco noti ma belli!
Dunque troverete allo stand Coconino i nostri ultimi 3 volumi: Il Dottor Oss, di Milani e Nidasio, la riedizione completa e strafiga delle avventure del più affascinante scienziato steampunck.
E poi due volumetti con interviste e disegni esclusivi e inediti: Zerocalcare e Gipi! Due librini preziosi.
Veniteci a trovare, per ogni libro acquistato ricevete SdF in regalo!