giovedì 1 settembre 2016

Ci trovate in libreria!

Noi di ComicOut e Scuola di Fumetto, abbiamo fatto ben poche vacanze.
Così ci piace ricordarvi che abbiamo ufficialmente riaperto i battenti questa settimana e che trovate già da alcuni giorni nelle librerie un nostro nuovo libro, per ragazzi e molto speciale:
SLELLROCK HOMES (non confondete con... il più celebre Sherlock Holmes, nel libro c'è, ma solo come ombra!).
 

Queste brevissime storie disegnate da Stefano Tognetti e scritte da Giorgio Pelizzari, sono dei divertenti fumetti-games. Dei piccoli gialli, in cui aguzzare l'ingegno e... contemporaneamente scoprire parole inglesi, in un mondo che parla sempre di più questa lingua e che la trova insegnata a scuola anche nelle prime classi.
Una divertente sfida per i giovani lettori:




Giorgio Pelizzari:
 
C: Come nacque l'idea di questa serie?
GP: l'idea era di avere un investigatore incapace di vedere anche le cose più evidenti che era sempre "salvato" dalla sua spalla (cioè il Grande Investigatore).
C: Sei un lettore di gialli?
GP: I preferiti in assoluto direi Rex Stout (Nero Wolfe) e Ed McBain (87° distretto), ma l'elenco sarebbe lungo. Tra i fumetti Jerome K. Jerome Bloche, un fumetto francese troppo ignorato da noi.
C: fumetti per ragazzi, una necessità?
GP: Sì, i fumetti per ragazzi sono necessari perché se non si impara ad amarli da piccoli poi è più difficile riuscirci (e allora da grandi magari si finge di apprezzare i grafici novel perché sono di moda e non perché piacciono davvero). Leggere è un esercizio, per diventare passione, il fumetto poi ha i suoi codici...

Stefano Tognetti:
 

C: A chi assomiglia Shellorck?
ST: In teoria dovrebbe ricordare Sherlock Holmes, ma un po' assomiglia anche allo sceneggiatore, Giorgio... che però è un po' più Waldo, di carattere...
C: Ami i gialli? Quali?
ST: Io non sono un grande amante dei gialli classici. Ho adorato e letto Friedrich Dürrenmatt... si può considerare un giallista? Amo molto i fumetti Jerome K. Jerome Bloche, che sono gialli e con Giorgio avevamo questa passione in comune.
C: Fumetto per ragazzi? Sì e perché?
ST: Be', ho sempre adorato i fumetti per ragazzi. TinTin in primis e poi tutta la produzione francese, se non ricordo male nel periodo in cui abbiamo ideato SH impazzivo per Dipuy e Berberian...
Le figlie sono arrivate poi. La piccola è ancora refrattaria... la grande R
ebecca legge o ha letto abbastanza, Hunger games e tutte le derivazioni e ama Guy Delisle. Ma la tecnologia allontana i ragazzi dalla lettura, serie tv, whatsapp... insommaora legge meno, ma essendo nata lettrice credo ci tornerò- 


80 pag. 14,90 € tutto a colori e con piccoli dizionari tematici. Consigliato dagli 8 ai 13
Acquistabile in libreria (distribuzione  Messagerie) e sul nostro sito: comicout.com


E per i ragazzi tanti libri e anche i nostri corsi online di fumetto under 18

Nessun commento: