giovedì 31 gennaio 2019

PESCE D'APRILE

Ebbene, finalmente è ufficiale:
«Scuola di Fumetto», la rivista di critica, informazione e formazione sul mondo del fumetto (e graphic novel, comics, bédé, historieta, manga...), che aveva annunciato la sua chiusura a settembre e il cui ultimo numero era il #110, uscito quasi un anno fa, riprende il suo volo.
Dal #111 riparte la sua vita, con rinnovato slancio, collaborazioni ed editore.




Ve lo abbiamo annunciato da qualche mese: un nuovo editore pubblicherà e curerà la testata. «Scuola di Fumetto» dal #1 al #80 è stata della Coniglio Editore. Dal #81 al #110 è passata, sempre sotto la cura e direzione di Laura Scarpa, a ComicOut. Dal #111 all'infinito e oltre (ce lo auguriamo), diventa NPE.
Laura Scarpa ne accompagna il passaggio con alcuni interventi. Non ne curerà più la gestione, anche se probabilmente la sua collaborazione potrà continuare sporadicamente, con articoli.



QUESTO BLOG SI FERMA
In questi due mesi di passaggio vi saranno link che vi ricorderanno la nuova svolta e vi riporteranno ai nuovi siti:
• quello di ComicOut per la casa editrice (su questo blog resteranno online i post che hanno fatto la storia di SDF e di ComicOut).
• quello di Scuola di Fumetto, a cura di NPE e sempre aggiornato.

Buona avventura a NPE, SDF, ComicOut e a tutti voi cari lettori!

In appendice il comunicato stampa:


«Scuola di Fumetto» passa da ComicOut a NPE.
Ho sempre pensato che movimenti e cambiamenti siano alla base della vita.
In questo senso ho sempre trovato essenziali le migrazioni e le trasformazioni di popoli e di singoli.
Nell'editoria spesso lamentiamo le innovazioni, colpevoli di peggiorare un passato aureo, sono convinta che anche queste epoche mitiche fossero in continua evoluzione e ricerca.
Le idee non sono statiche, e non lo sono la tecnologia, il mercato, la società... e neppure i fumetti, per fortuna.

Nel 2002, dopo varie esperienze da editor, alla Coniglio Editore con cui collaboravo, fui fondatrice «Scuola di Fumetto», da me sempre diretta, curata e in parte scritta.
Alla chiusura della CE, nel 2012 fondai l'Associazione ComicOut, portando con me alcuni titoli (Valentina Mela Verde e la collana Lezioni di Fumetto) e questa testata, dal n. 81.

Il tempo passa e io ho sempre grande passione per il fumetto, ma anche una certa stanchezza.
Sentivo da mesi la difficoltà di dare un nuovo lancio alla rivista, arrivata nella primavera 2018 al numero 110, rilancio che ritenevo fondamentale anche per la complessa distribuzione delle edicole oggi.
Da questo, la sofferta decisione di chiuderla con un taglio netto.
Le risposte dei lettori, dei critici, degli autori e degli appassionati sono state tante, e hanno sottolineato l'importanza di questa rivista nel mondo del fumetto in Italia e per la nascita di tanti autori.
Per questo l'offerta di dare nuova vita a SdF, attraverso un nuovo editore, mi è sembrata la scelta perfetta.
Una collaborazione probabilmente continuerà, ma forze e teste nuove ridaranno, noi di ComicOut ne siamo certi, energia e attualità a «Scuola di Fumetto», anche perché abbiamo in Nicola Pesce e NPE fiducia e sentiamo sintonia sia per l'aspetto storico sia per quello di attualità, che hanno da sempre caratterizzato la testata.
Dunque annunciamo questo passaggio con grande piacere, sicuri di ridare ai lettori una rivista a loro cara, ancora forte e ricca.
La rivista passerà a trimestrale e non cambierà l'impostazione grafica di base... facendo felici – spero – anche i collezionisti.
Ci rivolgiamo ai giornalisti, e anche ai nostri lettori e agli edicolanti, perché seguano con attenzione questa svolta.
L'alleanza tra editori appassionati di fumetto, ne sono convinta, non può che dare buoni frutti.

Infine vorrei ringraziare tutti quelli che hanno collaborato in questi anni alla buona riuscita della rivista. In particolare, Francesco Coniglio, Ferruccio Giromini, direttore, e i collaboratori: Alessio Trabacchini, Andrea Leggeri, Stefano Priarone, Sal Tascioni, Daniele Barbieri e Boris Battaglia.

Lascio ora la parola a Nicola Pesce, nuovo editore e referente, che la raccoglie e rilancia da un numero simbolico: 111, un nuovo inizio.

Laura Scarpa
presidente Ass. Cult. ComicOut
ed ex-direttore editoriale di «Scuola di Fumetto»


­


Da Nicola Pesce NPE:

Edizioni NPE rileva la rivista Scuola di Fumetto.
La storica rivista continuerà ad uscire in edicola. Previsti 3 numeri nel 2019, il primo ad aprile.

Per me è un onore diventare l’editore di una rivista che seguivo fin da quando cominciai a stamparmi a mano le prime rivistine. Compravo ogni volta il numero in edicola sperando di trovarvi una recensione di un mio volume.
È una testata storica che ha formato due generazioni di autori di fumetto. Autori che oggi lavorano per le maggiori case editrici del mondo.
Mi dispiaceva troppo che chiudesse e siccome sono convinto di poter fare qualcosa di valido per Scuola di Fumetto ho deciso di fare questo grande passo.
Non potrò certo essere all'altezza di Laura Scarpa, ma sono sicuro che non farò troppo male: sui nostri social i nostri lettori ci consiglieranno come hanno sempre fatto con Edizioni NPE.
Non mancheranno ovviamente delle piccole novità come rubriche sui grandi maestri del fumetto del passato - di cui ho l'onore di essere l'editore - da cui imparare e interviste a giovani editori in cerca di nuovi talenti.

              NPE


lunedì 7 gennaio 2019

Buon 2019

Come vi abbiamo già annunciato... a prestissimo la notizia ufficiale del passaggio della testata «Scuola di Fumetto» a un nuovo editore... 
Questo blog resterà aperto... ma si fermerà a marzo, con la partenza di nuovi spazi online dedicati alla testata, tra cui resterà valida la pagina Facebook.
Mi troverete ancora tra le sue pagine, almeno per un po'... e troverete certo una svolta piena di energia...
Ancora per poco questo blog vi aggiornerà su eventi ComicOut... rimandandovi al blog comicout , quello della casa editrice. 
Un felice anno a tutti i lettori, che sono la forza del fumetto, quello che ci dà (a noi editori e autori) ispirazione, motivazione e nuove idee...
e Grandi Speranze!
 

lunedì 24 dicembre 2018

Scuola di Fumetto: REGALO DI NATALE!

È Natale, anzi, è la Vigilia, chi aspetta i regali questa notte, chi domattina, noi ve ne diamo uno ora, e so che vi piacerà:

«Scuola di Fumetto» NON CHIUDE, cambia casa!
...questo Babbo Natale lo sta infilando nel camino di... di che casa?



Lo saprete dopo il 6 gennaio, ve lo dirà... la Befana.
Buon Natale e Buone Feste a tutti!

martedì 11 dicembre 2018

Seguiteci qui e... su Comicout

Con la chiusura di Scuola di Fumetto il nostro BLOG di informazioni torna a ComicOut.
Lì troverete tutte le novità, notizie e commenti sulla nostra casa editrice.
Per il mese di dicembre continueremo in parallelo.
NON perdeteci di vista... questo fine 2018 vi riserva GRANDI SORPRESE!
Ve le dirà Mister Balloon...


giovedì 29 novembre 2018

FUTURO PROSSIMO e PIù LIBRI

Più Libri Più Liberi è alle porte!
 
Alla NUVOLA di Fuksas
ci stanno bene le nuvolette nostre.
E ci trovate in 2 passi appena arrivate 
e prima di andarvene ripassate a salutarci



Stand A43 nel primo corridoio

Troverete con noi tre autori a firmare:

ANNA SEGRE 
con il suo libro appena uscito
Il Fumetto Fa Bene
letture come terapia
 
Anna Segre scrittrice e psicoterapeuta, utilizza con i pazienti fumetti e graphic novel, 
ed è anche una lettrice e critica appassionata. 
Questa stimolante guida aiuta a scoprire tra le nuvolette storie di malattia e dolore, 
ma anche di liberazione e forza.

JOSHUA HELD
che dedicherà con disegni e figure di carta il suo libro
È stato bellissimo
i nasoni al tempo dell'amore
 
I nasoni sono i molteplici alter-ego di Held, che con essi racconta la reltà con ironia sottile, con sguardo attento al presente e ai nuovi modi di comunicare, ma che è anche autore di animazioni short e di scenografie animate per l'Opera Lirica!

LAURA SCARPA
che dedicherà con acquerelli
War Painters
1915-1918
Come l'arte può salvare dalla guerra
 

Tre racconti su artisti in guerra, e il tentativo di salvarci attraverso la pittura, la scultura, la canzone... e l'arte della memoria. Appendice storica con quadri dei pittori di guerra austriaci.

Inoltre tutte le novità 

La lingua dei sordi raccontata senza parole
Il '68 raccontato dai fumettisti che c'erano
La violenza alle donne per fermare la loro lotta

di fumetti, a fumetti e sui fumetti.
Strenne natalizie per grandi e piccini
 artbook dei più grandi maestri
e manuali per capire il fumetto... e farlo.


giovedì 22 novembre 2018

Il futuro di Scuola di Fumetto



ve lo ricordate? Era il numero UNO, prezioso per noi come il primo cent di Paperone...
Quanti anni e quanti numeri...




Scuola di Fumetto ha chiuso con il numero 110.
Volevamo fare il n.111, per simmetria, per avvisare tutti i lettori, per dare un saluto speciale.
Ma poi ci è sembrato poco sensato, così distaccato dagli altri numeri che lo precedevano. Isolato.

Ecco dunque un annuncio fatto un po' di fretta e sottotono, a fine settembre, che ha però avuto grande eco tra appassionati, lettori e addetti ai lavori... e tra tanti autori che hanno cominciato la loro carriera anche leggendo le nostre pagine.
Siamo commossi. Ma crediamo che sia anche un segno di un'epoca che si chiude e che cambia.
Abbiamo altre idee in serbo, ve le racconteremo presto. 
Ma la prima è questa:
da NATALE pubblicheremo stralci importanti dei vecchi numeri, e nuove news e recensioni, settimanalmente qui, sul nostro storico blog, e diffuse sulla pagina facebook.
L'altra è che Scuola di Fumetto diventerà un ANNUAL.
Un'uscita per fumetterie e librerie, che sarà il cuore di quello che è stata la rivista, MA TUTTA NUOVA, inedita e con sguardo alle trasformazioni del fumetto oggi, ma anche alla sua storia.
Vi diremo di più molto presto.
Non sono le sole novità. Se ci segite le scoprirete presto.

La rivista prosegue idealmente anche nella collana Siamo Saggi, con i testi (Per ora)  di Boris Battaglia, Anna Segre e le testimonianze di molti autori in Bang Bang! '68-'69
E con gli art book e manuali.
A presto.
La prossima fiera in cui ci troverete è Più Libri Più Liberi a Roma

 

giovedì 8 novembre 2018

Stiamo lavorando per voi (e per noi)

Se Scuola di Fumetto ha chiuso col n.110, il suo rapporto col pubblico non finisce brutalmente.


Abbiamo anche avuto l'offerta da un editore diverso, di proseguire. Ma riflettendo su come poteva procedere abbiamo preferito mantenere l'autonomia e una linea di cambiamento.

QUESTO LO STATO DELLE COSE.

Avevamo promesso di prendere in mano la questione  dopo-Lucca. E questo abbiamo fatto e stiamo ancora facendo.
Non vogliamo ancora dare l'annuncio definitivo della linea che intraprenderemo. Lucca è ancora che grava su di noi, con occhi stancati, febbriciattole, raffreddamenti... un sacco di conti da fare.

Abbiate ancora pazienza per 10 giorni.
Riscaldatevi con i nostri libri.
Educatevi con i nostri corsi online (Fumetto e Young sono già partiti, illustrazione, disegno e sceneggiatura iniziano tra una settimana)... anche lì abbiamo in serbo una sorpresa.

Sentiamo più che mai un bisogno di essere civici.
Di non raccontare solo cose leggere. Di stare dentro al mondo. Anche con ironia e leggerezza, con allegria. Ma dentro alle cose.
I nostri nuovi 4 libri lo provano ...
4?
Sì, domani ci viene consegnato il 4° volume prenatalizio di cui vi racconteremo presto.
e potrete acquistarli tutti dal sito e in libreria

 

...E da domani cominceremo a fornirvi anche chicche attorno a «Scuola di Fumetto»...

lunedì 5 novembre 2018

TORNATI & FELICI!

 

Solo un po' di foto e qualche appunto...
Eravamo qui, in un angolo bellissimo... ma riuscire a vedervi tutti era cmq impossibile.



Però siete stati tantissimi... e di tutte le età


e avete portato affetto e rimpianto per la chiusura di SCUOLA DI FUMETTO magazine...
Ne riparleremo... ma la vita ha cicli che si chiudono e che si rinnovano, state con noi...

Tanti gli autori presenti a dedicare...
Joshua Held ( e Stano)

Vittorio Giardino

Angelo Stano



Angelo Stano

Laura Scarpa


 O anche solo a salutarci :)
Laura Scarpa con Thomas Campi

Lucio Staiano e Joshua

Joshua Held, Renato Queirolo, Angelo Stano


Sold Out per una delle nostre novità... LA VOCE DELLE COSE... la lingua dei segni è usata dai sordi e  ufficializzata da poco... oppure ancora no, questo libro lotta per la sua ufficializzazione e diffusione, e lo fa con poesia e sentimento.

Molto amore e curiosità per le due altre novità




Dediche e brindisi e abbracci, vi racconteremo alcuni incontri... e  presto altre novità

....
E speriamo smetta di piovere sull'Italia