giovedì 5 aprile 2018

Da oggi corsi SMART

Oggi si sono aperte le 3 classi per i corsi SMART di primavera. Ormai una tradizione per la nostra SCUOLA ONLINE.
Le classi hanno accolto i primi iscritti... e le lezioni vere e proprie avranno inizio nei primi giorni della prossima settimana per tutti e tre i corsi. Come sempre Fumetto e Illustrazione e, new entry, Disegno base... per chi vuole provare a giocare con le immagini e sperimentare il disegno, magari abbandonato da anni.

Sì, da bambini abbiamo disegnato tutti, ma la data importante è quella in cui "non si smette" di disegnare!
Si può anche ricominciare e scoprire che disegnare e vedere non sono cose troppo diverse.


Per tutte le info, come sempre questa è la mail cui scrivere, mandando già qualche vostro disegnino, anche se vi pare poca cosa, dirà chi siete e che cosa cercate...

Vi dedichiamo questa vignetta di Silvia Ziche @Disney
Ma nella scuola virtuale, non c'è pigrizia che tenga! Per imparare bisogna fare! 
by Silvia Ziche @Disney



martedì 20 marzo 2018

Be-ComicOut a Padova

Be Comics è l'evento padovano al secondo anno di vita. Dopo un brillante inizio nel marzo 2017, ecco ampliarsi la gamma di sedi ed eventi. Se la parte manga e games si sposta alla fiera, lo spazio centralissimo del Centro Culturale San Gaetano accoglie incontri, mostre ed editori.
Ecco la piantina per trovarci al primo colpo... ma è facile, lo spazio è abbastanza piccolo e arioso, niente rischi di ressa e confusione,  visitare gli stand per una volta è un vero piacere rilassante.


 

 Come vedete già dalla nostra piantina animata dai libri, 3 gli autori presenti per le dediche:

Lorena Canottiere, la premiata autrice di Verdad, qui dedica (sabato e domenica) il suo piccolo libro dedicato a Genova, alla memoria del G8 e al nonno antifascista: Genova per noi.


Fabio Visintin gioca in casa (venerdì) e dedica i suoi tanti libri: Natali Neri, La fiaba definitiva, i racconti in Lato Selvaggio, e il piccolo E ben gli sta, per grandi e piccini.

Laura Scarpa dedica (venerdì, sabato e domenica) la sua ultima fatica, IN ANTEPRIMA a Be Comics (uscirà in libreria il 12 aprile): War Painters (1915-1918) Come l'arte salva dalla guerra. Il volume, che raccoglie 3 storie ambientate sui fronti della Prima Guerra, di cui edite sulla rivista digitale inglese «Aces Weekly», raccoglie anche prziosi documenti e illustrazioni d'epoca.
Il libro, sabato 24 alle h 11, verrà presentato alla libreria Zabarella (in via Zabarella, vicina al salone).



Domenica, inoltre, tra i vari workshop d'autore, che Be Comics organizza,
Laura Scarpa
h 11, nello spazio 35
Workshop:  Come presentare un Portfolio
Indicazioni e consigli per presentare un portfolio e/o un progetto di fumetto sia in rete che alle case editrici.
Ai partecipanti sarà data la possibilità di far visionare i propri lavori.


Arrivederci a BE Comics! Da venerdì pomeriggio a domenica!
 
Manifesto di Be Comics, di Manuele Fior





giovedì 15 marzo 2018

#110 e ragazzi

Stiamo dedicano sempre più spazio al fumetto per ragazzi e bambini. 
Un grande passo che sta facendo l'editoria, accorgendosi che, se i manga hanno portato al fumetto nuovi e giovani lettori (e lettrici), li hanno però relegati spesso in uno spazio chiuso, che poco li porta a curiosare in fumetti diversi, crescendo.
Così da anni sta operando Tunuè, di cui parleremo nei prossimi numeri, e Canicola, che si è occupata sempre di bambini a livello di rivista critica, oggi osa (e decisamente OSA) con una collana laboratorio per i più piccoli e con autori sperimentali e innovativi. Ne parliamo su questo numero.


Luciana Cupido, questa vostra collana nasce come un progetto di interazione. Da che spunti vi arriva? Come l'avete pensata e perché?

Da quando nel 2010 abbiamo realizzato «Canicola bambini», decimo numero della rivista Canicola per la prima volta dedicato a un pubblico di bambini e ragazzi, si è accesa una nuova luce all’interno della nostra produzione. La direzione sperimentale che aveva mosso quel progetto all’interno di una rivista non specifica per l’infanzia, voleva essere un’operazione simbolica e un po’ concettuale più che un prodotto realmente pensato per l’infanzia.

 

Ma anche la Sergio Bonelli Editore da qualche anno ha preannunciato delle mosse young, che finalmente vedono la luce in questi mesi....
Dragonero è un apripista di garanzia, visto che anche il prodotto adulto affascina gli adolescenti...

 Forse la prima grande saga Fantasy italiana a fumetti. Inoltre è la prima a spaziare in vari media, e ora rivolgendosi anche ad età diverse, come lettori, e ringiovanendo i protagonisti... Luca Enoch e Stefano Vietti hanno iniziato quest'opera, con un romanzo a fumetti, in un solo volume, poi divenuta serie regolare, quindi serie young, sempre per SBE e presente anche nel mondo dei giochi di ruolo per Wyrd Edizioni .
© Sergio Bonelli editore
 
© Sergio Bonelli editore


L'altra volta #109) abbiamo parlato di  e nel prossimo avremo l'avvento di Roberto Recchioni con i suoi 4 Hoods (sul #111)...
... i giovani lettori saranno anche lettori del futuro?

sabato 10 marzo 2018

110 e fiere...

Avrete già visto che quest'anno non siamo a Cartoomics. Sono diversi anni che pensiamo "questa è l'ultima" poi ci abbiamo sempre riprovato. Ma per noi diventa sempre meno interessante andare in fiere dove la parte games prevale e non è separata in modo organico e funzionale dal fumetto.
Ci spiace per tutti gli amici milanesi, ma ogni anno sono di meno a venirci a trovare, spaventati dalle difficoltà di muoversi nel caos della fiera, che resta valida per i grossi editori popolari e i venditori di manga e games con annessi ludici, musiche di accompagno e quest'anno l'autoscontro.

Fine. A Milano nulla quest'anno, anche a Book Pride non saremo presenti (ma Iacobelli editore avrà il volume di Lou Lubie), abbiamo dovuto scegliere tra due date contemporanee, e abbiamo scelto BE COMICS a Padoba, il weekend tra idel 23-25. Lì ci trovere te anche con icntri e autori a dedicare... ne saprete di più da lunedì.

Per ora annunciamo che ci sarà un libro in anteprima e che intanto potete procurarvi in edicola il #110 di SCUOLA DI FUMETTO!



Un numero che ci piace particolarmente per la varietà di contenuti:

Graphic novel e rapporto con la Storia, con Sara Colaone.
Fumetto disneyano d'annata con il Maestro Luciano Gatto
Il grande manga, con Osamu Tezuka, da Angoulême
e altri articoli sul fumetto dal festival, la satira mediorientale e la letteratura con Pennac e Cestac
Bonelli Young, con Dragonero per i più giovani
Diabolik (e non solo) una vera lezione di sceneggiatura di Andrea Pasini
Fumetto per ragazzi sperimentale, con Canicola
Inoltr ei nostri saggisti d'eccesione, il professor Barbieri e Boris Battaglia
e una giovane scoperta che viene dal corso young (anni fa) della nostra scuola online: Camilla Neri, bravissima!
© Camilla Neri

A presto con curiosità, appuntamenti e novità :)

lunedì 5 febbraio 2018

Un cavaliere oscuro sbagliato



Arriva al cinem Dark Knight, il film di Tim Sutton liberamente ispirato alla strage di Aurora, Colorado: alla prima de Il cavaliere oscuro - Il ritorno, un ragazzo in uniforme spara sugli spettatori uccidendone dodici.
E' un film sulla banalità e l'insensatezza del male, sulla follia del terrore.


Uscirà nelle sale italiane il primo marzo: il momento giusto per riflettere a mente fredda sui pericoli della violenza, sulle armi da fuoco, sul vuoto culturale e umano che produce mostri, mostri che si stanno affacciando in questi giorni anche in Italia dopo decenni di assenza.

Il film, selezionato ai festival di Sundance ha vinto il Premio Lanterna Magica alla 73a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.



sabato 3 febbraio 2018

dopo Angoulême

ComicOut anche quest'anno era ad Angoulême, il festival europeo più importante, ed eravamo con lo stand della regione Lazio, alla tenda dei diritti internazionali. 

 
Comprare e vendere storie è importante. Lo scambio internazionale arricchisce il fumetto.  Ma oltre a questo aspetto, il festival offre occasione di vedere un mercato straniero, anche alternativo (alla Boulle Nouveau Monde, che raccoglie medi e piccoli editori, fino a qualche autoproduzione).

Donne forti e fumettose anche ai bagni!

Impossibile raccontare tutto il festival, le giornate professionali, gli incontri e aperitivi serali.
Se vogliamo dare uno sguardo veloce ecco qualche punto interessante:

Autori italiano sempre più presenti, non solo come disegnatori per storie di taglio francese, ma come autori. Lorena Canottiere (di cui abbiamo pubblicato Genova per noi, nel 2017), ha vinto il premio Artemisia, con il suo Verdad, tradotto da Ici Même, he pubblica altri autori italiani come Fior e Reviati, mentre grandi autori come Vittorio Giardino continuano ad essere delle star nel mercato francofono.
Ma non solo autori, Simona Gabrieli è un'italiana che, dopo gli studi di lingua araba, si è trasferita a Marsiglia e ha fondato una casa editrice che traduce fumetti arabi, questa
Gli editori italiani erano molto presenti e attivi, nell'ambito del festival, ma lo sguardo è molto più internazionale di così. Lo evidenziano le mostre.
Se una mostra era dedicata ad Alix, un super-classico francese, paragonabile per imperituro successo al nostro Tex, avrà una riproposta innovativa che vedrà uniti un autore francese e uno italiano, e un'altra presentava gli splendidi originali di Guibert.




sempre al Museo del Fumetto era particolarmente interessante l'esposizione di diversi autori del mondo arabo e mediorientale, delle vere scoperte e un modo di creare maggior intesa e unione tra diverse culture, che politica e media vogliono opporre e dividere.

 

Le due mostre più affascinanti, nel cuore della città, erano però dedicate a due mangaka d'eccezione. 
Osamu Tezuka era presente con una mostra densa e commovente, e gli dedicheremo un articolo ricco di immagini, nel prossimo «Scuola di Fumetto»in uscita a marzo.

 
Maestosa la mostra di Naoki Urasawa, autore, tra le tante opere, di 20th Century Boys. l'intervista all'autore, chiariva il metodo di lettura della mostra che però è sembrata indicata dalle frecce in ordine, invertito. La ritroverete presto a Parigi.

 

E se il Grand Prix di quest'anno è stato Richard Corben, firma maestosa di un grande passato, Steéphan Beaujean, direttore del Festival, sussurra già di una prossima nomination nipponica (e femminile)...  Rumiko Takahashi.

In generale il Festival sembrava in lieve rimonta per quello che riguardava il pubblico. Gli ultimi anni sono stati difficili tra polemiche fumettistiche e attentati. Forse le mostre di ampio respiro (ma un po' sacrificate dagli spazi) hanno dato un nuovo slancio.
La città appare in tono minore, extra-festival, ma il collegamento sempre più rapido con Parigi dovrebbe permettere una nuova centralità anche per i suoi musei e centri culturali.
resti di antiche mostre, accolgono gli amanti del fumetto alla stazione

Per ComicOut si è confermato un viaggio importante e ricco di stimoli e promesse... il resto lo vedrete nei prossimi mesi!


martedì 16 gennaio 2018

Scuola di Fumetto 109!

Saltata l'uscita di novembre-dicembre,  eccoci con il #109 resco di stampa, che troverete in edicola questa settimana...

Un numero un po' diverso, dove testi e immagini si accavallano a scoprire autori e autrici nuove, o nuov* per l'Italia e per il graphic novel, ma anche tentativi di creare qualcosa di diverso, di avvicinarsi al pubblico più giovane che è stato raggiunto ormai, non solo dal manga, ma anche da autori italiani di successo. E si stanno creando ponti e legami tra il fumetto autoriale e da libreria e quello da edicola.

Ve ne parleremo nei prossimi giorni.

Per ora solo la copertina sfavillante e il sommario con l'editoriale... per cominciare a curiosare.



A presto!