martedì 20 marzo 2018

Be-ComicOut a Padova

Be Comics è l'evento padovano al secondo anno di vita. Dopo un brillante inizio nel marzo 2017, ecco ampliarsi la gamma di sedi ed eventi. Se la parte manga e games si sposta alla fiera, lo spazio centralissimo del Centro Culturale San Gaetano accoglie incontri, mostre ed editori.
Ecco la piantina per trovarci al primo colpo... ma è facile, lo spazio è abbastanza piccolo e arioso, niente rischi di ressa e confusione,  visitare gli stand per una volta è un vero piacere rilassante.


 

 Come vedete già dalla nostra piantina animata dai libri, 3 gli autori presenti per le dediche:

Lorena Canottiere, la premiata autrice di Verdad, qui dedica (sabato e domenica) il suo piccolo libro dedicato a Genova, alla memoria del G8 e al nonno antifascista: Genova per noi.


Fabio Visintin gioca in casa (venerdì) e dedica i suoi tanti libri: Natali Neri, La fiaba definitiva, i racconti in Lato Selvaggio, e il piccolo E ben gli sta, per grandi e piccini.

Laura Scarpa dedica (venerdì, sabato e domenica) la sua ultima fatica, IN ANTEPRIMA a Be Comics (uscirà in libreria il 12 aprile): War Painters (1915-1918) Come l'arte salva dalla guerra. Il volume, che raccoglie 3 storie ambientate sui fronti della Prima Guerra, di cui edite sulla rivista digitale inglese «Aces Weekly», raccoglie anche prziosi documenti e illustrazioni d'epoca.
Il libro, sabato 24 alle h 11, verrà presentato alla libreria Zabarella (in via Zabarella, vicina al salone).



Domenica, inoltre, tra i vari workshop d'autore, che Be Comics organizza,
Laura Scarpa
h 11, nello spazio 35
Workshop:  Come presentare un Portfolio
Indicazioni e consigli per presentare un portfolio e/o un progetto di fumetto sia in rete che alle case editrici.
Ai partecipanti sarà data la possibilità di far visionare i propri lavori.


Arrivederci a BE Comics! Da venerdì pomeriggio a domenica!
 
Manifesto di Be Comics, di Manuele Fior





giovedì 15 marzo 2018

#110 e ragazzi

Stiamo dedicano sempre più spazio al fumetto per ragazzi e bambini. 
Un grande passo che sta facendo l'editoria, accorgendosi che, se i manga hanno portato al fumetto nuovi e giovani lettori (e lettrici), li hanno però relegati spesso in uno spazio chiuso, che poco li porta a curiosare in fumetti diversi, crescendo.
Così da anni sta operando Tunuè, di cui parleremo nei prossimi numeri, e Canicola, che si è occupata sempre di bambini a livello di rivista critica, oggi osa (e decisamente OSA) con una collana laboratorio per i più piccoli e con autori sperimentali e innovativi. Ne parliamo su questo numero.


Luciana Cupido, questa vostra collana nasce come un progetto di interazione. Da che spunti vi arriva? Come l'avete pensata e perché?

Da quando nel 2010 abbiamo realizzato «Canicola bambini», decimo numero della rivista Canicola per la prima volta dedicato a un pubblico di bambini e ragazzi, si è accesa una nuova luce all’interno della nostra produzione. La direzione sperimentale che aveva mosso quel progetto all’interno di una rivista non specifica per l’infanzia, voleva essere un’operazione simbolica e un po’ concettuale più che un prodotto realmente pensato per l’infanzia.

 

Ma anche la Sergio Bonelli Editore da qualche anno ha preannunciato delle mosse young, che finalmente vedono la luce in questi mesi....
Dragonero è un apripista di garanzia, visto che anche il prodotto adulto affascina gli adolescenti...

 Forse la prima grande saga Fantasy italiana a fumetti. Inoltre è la prima a spaziare in vari media, e ora rivolgendosi anche ad età diverse, come lettori, e ringiovanendo i protagonisti... Luca Enoch e Stefano Vietti hanno iniziato quest'opera, con un romanzo a fumetti, in un solo volume, poi divenuta serie regolare, quindi serie young, sempre per SBE e presente anche nel mondo dei giochi di ruolo per Wyrd Edizioni .
© Sergio Bonelli editore
 
© Sergio Bonelli editore


L'altra volta #109) abbiamo parlato di  e nel prossimo avremo l'avvento di Roberto Recchioni con i suoi 4 Hoods (sul #111)...
... i giovani lettori saranno anche lettori del futuro?

sabato 10 marzo 2018

110 e fiere...

Avrete già visto che quest'anno non siamo a Cartoomics. Sono diversi anni che pensiamo "questa è l'ultima" poi ci abbiamo sempre riprovato. Ma per noi diventa sempre meno interessante andare in fiere dove la parte games prevale e non è separata in modo organico e funzionale dal fumetto.
Ci spiace per tutti gli amici milanesi, ma ogni anno sono di meno a venirci a trovare, spaventati dalle difficoltà di muoversi nel caos della fiera, che resta valida per i grossi editori popolari e i venditori di manga e games con annessi ludici, musiche di accompagno e quest'anno l'autoscontro.

Fine. A Milano nulla quest'anno, anche a Book Pride non saremo presenti (ma Iacobelli editore avrà il volume di Lou Lubie), abbiamo dovuto scegliere tra due date contemporanee, e abbiamo scelto BE COMICS a Padoba, il weekend tra idel 23-25. Lì ci trovere te anche con icntri e autori a dedicare... ne saprete di più da lunedì.

Per ora annunciamo che ci sarà un libro in anteprima e che intanto potete procurarvi in edicola il #110 di SCUOLA DI FUMETTO!



Un numero che ci piace particolarmente per la varietà di contenuti:

Graphic novel e rapporto con la Storia, con Sara Colaone.
Fumetto disneyano d'annata con il Maestro Luciano Gatto
Il grande manga, con Osamu Tezuka, da Angoulême
e altri articoli sul fumetto dal festival, la satira mediorientale e la letteratura con Pennac e Cestac
Bonelli Young, con Dragonero per i più giovani
Diabolik (e non solo) una vera lezione di sceneggiatura di Andrea Pasini
Fumetto per ragazzi sperimentale, con Canicola
Inoltr ei nostri saggisti d'eccesione, il professor Barbieri e Boris Battaglia
e una giovane scoperta che viene dal corso young (anni fa) della nostra scuola online: Camilla Neri, bravissima!
© Camilla Neri

A presto con curiosità, appuntamenti e novità :)